rifiuti napoliAncora proteste per l’emergenza rifiuti, accompagnate da un lieve miglioramento in città. È il copione che si ripete da due giorni a questa parte, con la ripresa del lavoro delle discariche e le continue tensioni registrate prima ad Agnano, poi a Fuorigrotta. Stavolta è la zona di Pianura il teatro di un corteo giudicato, comunque, pacifico e non violento, ma di sicuro disagio per gli automobilisti: traffico e numerose code  hanno imperversato per tutta le sera, fino alle due. Come afferma da giorni l’assessore all’Igiene del Comune di Napoli, Paolo Giacomelli, la situazione migliora in città ma è critica in provincia, nonostante ieri sia stato programmato un intervento dell’Asìa, nel pomeriggio, proprio a Pianura. Intorno alle 22 di ieri sera, però, la zona della rotonda di via Montagna Spaccata, ha visto sfilare una quarantina di residenti intenti a protestare riversando sacchetti in strada. Dalla quarantina al centinaio di persone il passo è stato breve, così come l’aumento del disagio per gli automobilisti: il traffico è infatti peggiorato a causa della spazzatura gettata in strada, rifiuti rimossi dall’Asìa qualche ora dopo, intorno alle 2 del mattino.

L’assessore Giacomelli rende noti i dati degli ultimi sversamenti: 1376 tonnellate divise a Chiaiano (596), Santa Maria Capua Vetere (317), Giugliano (259), e Caivano (204). L’obiettivo di oggi è il conferimento di 1200 tonnellate così divise: 600 nel punto di Chiaiano, 500 in quello di Giugliano e 100 a Caivano.

rifiuti pianura

Per quanto concerne l’intervento speciale pomeridiano di ieri a opera dell’Asìa, Giacomelli ritiene preoccupante quanto avvenuto a Pianura poche ore dopo: nonostante sia conscio dei disagi e delle lunghe attese, gettare ancora sacchetti in strada arrecando disagi su disagi non aiuta la situazione, che continua ad essere precaria in tutte le province. “Incendi e spazzatura in strada peggiorano le condizioni di lavoro dei nostri operatori”, spiega l’assessore, sottolineando che nella sola zona di via Montagna Spaccata gli interventi sono stati due nel giro di qualche ora.