Arriveranno dal ‘Decreto del Fare’ gran parte dei fondi necessari per prolungare la metropolitana di Napoli fino all’aeroporto di Capodichino: è il viceministro delle infrastrutture e dei trasporti Vincenzo De Luca ad annunciare che sono in arrivo 113 milioni, sui 195 necessari, per il prolungamento della tratta metropolitana fino allo scalo napoletano.

Il via libera ci sarà questa sera, ma il provvedimento dovrà poi essere perfezionato entro novembre 2013 con un accordo di programma tra Stato, Regione Campania e Comune di Napoli: in quella occasione dovranno essere specificate le ulteriori risorse finanziarie, mentre entro la fine dell’anno dovrà essere approvato il progetto definitivo.

Una buona notizia per il sistema trasporti della Campania che quest’anno ha affrontato una crisi senza precedenti: “Il prolungamento della metropolitana di Napoli fino a Capodichino – afferma De Luca – è un’opera strategica non solo per la città, ma per tutta la Regione e il Meridione. Migliorerà la mobilità, l’integrazione con l’alta velocità e la competitività del territorio”.

Metropolitana a parte, ma sempre in tema trasporti in Campania, il governatore Caldoro preannuncia due novità che arriveranno nei prossimi mesi: la prima riguarda il biglietto elettronico che punta soprattutto ad abbattere il fenomeno dell’evasione. L’altra novità si riferisce invece all’acquisto di nuovi treni per MetroCampania Nordest e Sepsa, le due società confluite in Eav Holding insieme con Circumvesuviana. Proprio per questo saranno richiesti ulteriori fondi al Governo e sollecita lo sblocco dei 150 milioni che Palazzo Santa Lucia aspetta dal Cipe. L’obiettivo, afferma Caldoro, è “sviluppare pienamente il piano di risanamento del Gruppo Eav” puntando sul “miglioramento dei servizi e il graduale aumento dei treni in attività”.