Saranno due le piazze intestate a Iervolino, o Jervolino, come si dovrebbe scrivere in forma corretta. All’indomani della conferma circa la sostituzione delle Isole all’interno del Centro direzionale di Napoli, a favore di piazze e strade dedicate ai personaggi componenti l’Assemblea Costituente della Repubblica Italiana, scopriamo che al padre e alla madre dell’attuale sindaco, Rosa Russo Iervolino, saranno dedicate proprio due piazze. Vi sarà, quindi, Piazza Angelo Raffaele Jervolino e Piazza Maria Jervolino De Unterrichter. L’assessore alla toponomastica, Alfredo Ponticelli, ha firmato la delibera approvata il 25 marzo scorso, nonostante le perplessità dello stesso sindaco Iervolino: vedere il suo nome su ben due piazze potrebbe destare, comunque, qualche critica. Lo stesso assessore, infatti, spiega: “Ho dovuto convincere il sindaco, che non avrebbe voluto, ho invece ritenuto giusto fare così. Questo è un atto concreto anche per onorare degnamente i 150 anni dell’Unità d’Italia che hanno visto il Comune di Napoli molto attivo”. Nessuno schieramento politico, quindi.

Anche la Commissione consultiva per la disciplina della toponomastica cittadina, con a capo il professore Ernesto Paolozzi, si era espressa favorevolmente all’iniziativa di dedicare vie e piazze, all’interno del vasto Centro direzionale, ai politici che hanno fatto parte dell’Assemblea Costituente, residenti a Napoli e con un forte legame alla città. Il professor Paolozzi spiega che il cambio dei nomi doveva avvenire da circa quindici anni, ma “motivi tecnici e difficoltà di abbinamento delle isole del centro direzionale ai nomi” avevano causato un continuo slittamento del progetto. “Siccome si trattava di un’iniziativa decisamente interessante per la città, la Commissione lo ha riproposto alla giunta che lo ha approvato”, ha concluso il professore.

centro direzionale napoli

Le isole saranno sostituite da venticinque, tra strade e piazze, che saranno chiamate, oltre che con i nomi di politici componenti dell’Assemblea, anche con toponimi atti a celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Non più Isola E, E1 e simili, bensì Via della Costituzione, Piazza dell’Unità d’Italia, Piazza Jervolino e altre.