Twitch impone il divieto assoluto: utenti e streamer a rischio ban

Twitch impone un pesante divieto assoluto per tutti gli utenti: non solo gli streamer dovranno fare attenzione a rispettare la nuova regola.

Il servizio streaming di Amazon fa sul serio ed è pronto a prendere provvedimenti contro chi non rispetterà questa norma. Il mondo delle dirette di videogiochi e non solo potrebbe andare incontro ad un’autentica rivoluzione.

twitch
Il logo di Twitch

Twitch è la piattaforma per lo streaming che ormai da tempo ospita le dirette di videogiochi e non solo, portando sui propri server un pubblico che fino a pochissimi anni fa era tutto su Youtube. Un cambiamento epocale a cui tantissimi youtuber si sono adeguati nel corso del tempo, preferendo di gran lunga questa piattaforma per i propri contenuti originali e per confrontarsi con il proprio pubblico in tempo reale. Non è necessario registrarsi per seguire una live streaming, ma scegliendo un nome utente sarà possibile commentare, sottoscrivere un abbonamento al canale e tanto altro.

In arrivo una stretta per i nomi utente. La piattaforma ha annunciato una radicale modifica delle politiche di utilizzo del servizio: dal primo giorno del mese di marzo sarà vietato utilizzare uno username che faccia riferimento a sesso o droghe. I nuovi utenti e quelli già registrati riceveranno una comunicazione e saranno invitati a cambiare il proprio username, se in violazione delle politiche di utilizzo di Twitch.

Twitch: attenzione a questo nuovo pesante divieto

twitch
Facebook, Twitter, Instagram, Youtube e Twitch (Foto: Pixabay)

Il controllo di tutti i milioni di nomi utenti registrati sulla piattaforma toccherà ad un sistema automatizzato. Il sito ufficiale ha motivato la scelta con la propensione a creare un ambiente dove tutti si sentano a casa. Frenare e bloccare comportamenti volti all’odio e le molestie è un passo fondamentale e necessario per rendere Twitch sicuro e godibile per tutti.

LEGGI ANCHE –> Perché Giovanna e Amadeus hanno il profilo di coppia su Instagram

Ormai gli streamer sono conosciuti in tutto il mondo più con il proprio nome utente che con quello reale. Per questo motivo la piattaforma di proprietà di Amazon vuole ridurre il rischio con una politica più severa e standard più elevati. Il nome utente di un account ha un impatto maggiore rispetto a tutto il resto, più in mostra degli stessi contenuti che si portano in live.

LEGGI ANCHE –> Fortnite non funziona: in arrivo un grosso regalo per farsi perdonare

I contenuti vietati per i nomi utenti dal 1° marzo saranno quelli contenenti riferimenti a sesso, molestie, sfruttamento minorile, droghe, comportamenti di odio e minacce, terrorismo e celebrazioni di tragedia sia naturali che violente. L’intelligenza artificiale dell’algoritmo messo a punto eseguirà le ricerche degli username incriminati in base alla lista di parole vietate.