Iliad riceve una clamorosa sanzione: “È ingannevole”

Improvvisa batosta per Iliad che ha ricevuto un’inaspettata sanzione. Andiamo a vedere cos’è successo all’operatore francese. 

Una sanzione improvvisa ha travolto Iliad, con l’operatore francese che è di nuovo al centro del ciclone. Infatti a puntargli il dito contro ci ha pensato una diretta concorrente. Andiamo quindi a vedere l’ultima querelle che l’ha coinvolta.

Iliad
Nuova sanzione contro l’operatore telefonico (via Screenshot)

Iliad è nuovamente nell’occhio del ciclone proprio a causa della sua ultima pubblicità. Nel video mostrato sui social e negli spot pubblicitari delle televisioni, l’operatore promuove il suo piano tariffario riguardante la fibra 5G a 15,99 euro al mese. Secondo il Giurì dello Iap il video promozionale è ingannevole. Infatti l’organo giudicante dell’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria ha quindi bloccato gli spot televisivi della compagnia telefonica sull’offerta in fibra.

Lo Iap ha quindi deciso di soffermarsi sullo spot pubblicitario lanciato da i Iliad Italia S.p.A. A richiamare l’attenzione dell’organo giudicante ci ha pensato uno dei concorrenti più agguerriti dell’operatore. Stiamo parlando di Wind Tre S.p.A che chiedeva di esaminare il messaggio degli spot per individuare eventuali profili di scorrettezza. Andiamo quindi a vedere quale frase ha insospettito il Giurì.

Iliad, la pubblicità della fibra è ingannevole: arriva la sospensione

Iliad
La decisione del Giurì sull’operatore (Via WebSource)

Quindi è stata proprio la WindTre a denunciare la pubblicità lanciata da Iliad. Infatti a finire nell’occhio del ciclone è la frase: “Nasce Iliad box, la fibra chiara e tonda con velocità fino a 5 gigabyte al secondo complessivi. Per gli utenti mobile Iliad, a 15 euro e 99“. Dopo aver valutato attentamente lo spot promozionale, il Giuri dello Iap ha quindi dato ragione all’operatore arancione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> SPID anche per i minorenni: la novità!

Per questo motivo l’organo giudicante ha voluto lanciare un comunicato in cui afferma: “Comunicazione commerciale ingannevole” – la nota continua – “Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che le comunicazioni commerciali esaminate sono in contrasto con l’art. 2 CA nei limiti di cui in motivazione e ne ordina la cessazione“. Quindi è stata imposta la sospensione dello spot pubblicitario di Iliad.

LEGGI ANCHE >>> Unicredit coinvolta in una nuova truffa, clienti a rischio: il messaggio

Ovviamente, però, non è interrotta la promozione dell’operatore riguardante la linea 5G. Infatti tutti i clienti interessati potranno continuare richiedere l’offerta e le installazioni dei box fibra nelle case che proseguiranno senza problemi. L’offerta però continua a far discutere non solo per i costi inferiori rispetto a quelli presenti sul mercato, ma anche per una velocità di rete giudicata irraggiungibile.