Elettrodomestici, come usarli correttamente per risparmiare tanto

Come usarle correttamente gli elettromestici presenti in casa: tutti i consigli utili per risparmiare sulle bollette.

L’aumento delle bollette impone una valutazione attenta e oculata dei consumi dei vari elettrodomestici presenti in casa per capire il modo migliore per riuscire a risparmiare. Scopriamo quali sono gli apparecchi che consumano di più e come riuscire ad abbattere i costi con poche e semplici accortezze che possono fare la differenza.

Elettrodomestici-16_02_22-Vesuvius
Gli elettrodomestici che consumano di più (Pixabay)

Il governo sta lavorando per cercare un modo di combattere il caro-bollette: l’obiettivo è quello di trovare nuove risorse per fare in modo che i rincari non penalizzino le famiglie e le imprese. In attesa dell’arrivo di un provvedimento in questo senso, è necessario fare attenzione al nostro utilizzo degli elettrodomestici che hanno ovviamente un forte impatto sulla bolletta. I consumi poi possono dipendere della classe energetica e dal tipo di prodotto.

Elettrodomestici, come usarli correttamente

Elettrodomestici
Come risparmiare sugli elettrodomestici (Pixabay)

In questo periodo gli italiani dovranno fare i conti con i rincari delle bollette. La prima accortezza da avere ovviamente sui consumi degli elettrodomestici, soprattutto di quelli che possono essere spenti e usati meno frequentemente in modo da non incidere nella bolletta. Ridurre il tempo in cui lo si usa può certamente aiutare a risparmiare. Molte volte può essere utile anche acquistare un nuovo prodotto.

LEGGI ANCHE >>> Strutture alberghiere, tutte le agevolazioni statali: quali sono

La lavatrice consuma certo molta energia ma i costi si riducono se si sceglie un prodotto appartenente a una classe energetica più alta. Secondo l’Agenzia Nazionale Efficienza energetica i consumi si riducono anche se si avvia il ciclo a pieno carico, con lavaggi a basse temperature ed escludendo il prelavaggio. È poi fondamentale usare decalcificanti e pulire regolarmente il filtro. Queste piccole attenzioni valgono anche per la lavastoviglie. Con queste accortezze è possibile ridurre i consumi fino al 30%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus revisione auto e moto, al via le domande dal 1° marzo: la procedura

Per ridurre i consumi del forno si devono preferire le basse temperature, evitare di aprire troppo spesso lo sportello e spegnendolo prima della fine della cottura per sfruttare il calore residuo. L’Agenzia consiglia di preferire il forno a microonde rispetto a quello a gas perché consuma la metà. Per quanto riguarda il frigo, bisogna stare attenti a non aprirlo e richiuderlo troppo spesso. La temperatura raccomandata è tra 1 e 4°C e per il congelatore -18°C.