Crypto.com cambia nome: si chiamerà Cronos. Il motivo della scelta

Una rivoluzione nel mondo di Crypto.com: il nome è stato cambiato in Cronos. Quali sono i motivi reali dietro questa scelta?

Il mondo delle criptovalute sta velocemente conquistando una fetta di investitori sempre più grande. L’evoluzione è costante e continua per offrire un’esperienza sempre migliore agli utenti finali. Nonostante sia un settore nato relativamente da poco, le possibilità di crescita e di guadagno sono davvero elevate. Ovviamente, investire i propri soldi implica un rischio ed è per questo che il consiglio è sempre quello di studiare prima il mondo delle criptovalute e di ponderare bene ogni mossa.

crypto
Crypto.org Coin cambia nome e diventa Cronos (via Crypto.com)

Una delle notizie che sta tenendo banco in questi ultimi giorni riguarda il cambiamento del nome di Crypto. Si tratta di una delle coin su cui gli investitori credono di più e che sta cercando di evolversi proprio per permettere ad una fetta sempre maggiore di persone di acquistare la criptovaluta.

Ma quali sono i motivi reali che si celano dietro il cambio di nome da Crypto a Cronos? Nella seconda parte dell’articolo proveremo a spiegarlo, cercando di elencare i diversi fatto che hanno spinto verso questa trasformazione.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Crypto.com: il motivo del cambio di nome in Cronos

crypto
Un importante novità per Crypto (via Crypto.com)

Partiamo immediatamente con il dire che sicuramente Crypto.com crede che Cronos rappresenti una fase successiva a quella attuale per l’utilizzo del Web3. Si tratterebbe, quindi, di un passo in avanti che coinvolgerebbe direttamente milioni di utenti in tutto il mondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, invia messaggi in sicurezza mentre guida: c’è un trucco

Il cambio, quindi, permette a Crypto.com di dimostrare la grande voglia di lanciare ancor di più Cronos, la blockchain rilasciata solo qualche mese fa. Ma non è tutto: in questo modo si potrà fare maggiore chiarezza sulla diversità di fondo tra l’exchange Crypto.com e la blockchain Crypto.org, come riferisce Coinsider.

LEGGI ANCHE >>> Massimo Ranieri, perché si chiama così e qual è il suo vero nome

C’è da specificare che non avverranno cambiamenti nel simbolo del token che avrà in CRO il proprio fondamento riconoscitivo. Attraverso il cambio di nome, però, si punta a rendere più attrattiva la coin potrebbe per gli utenti che ad esempio non sono interessati all’exchange di Crypto.com.

Un altro vantaggio sta nel convincere altri exchange, uno su tutti Binance, a listare CRO. Fino a questo momento, infatti, il passaggio non è ancora avvenuto perché nel suo nome c’era il rimando diretto ad una piattaforma concorrente.

Insomma, i vantaggi dietro il cambio di nome sembrano molteplici e notevoli. Sarà davvero la mossa giusta?