Poste Italiane ti assume: posti disponibili, figure richieste e come candidarsi

Poste italiane ha intenzione di assumere nuovo personale, si parla di circa venticinquemila nuovi posti di lavoro: scopriamo quali sono le figure richieste

In una intervista recente a La Repubblica, Tania Giallatini, Responsabile Gestione Dirigenti e Selezione di Poste Italiane, ha reso noto lo scenario futuro della società per quel che riguarda le assunzioni.

Poste italiane
Nuovi posti di lavoro (Fonte: Poste Italiane)

L’obiettivo è quello di incrementare alcune aree aziendali tra le quali digital/technology/operations. Ma anche la rete degli uffici postali con operatori di sportello e specialisti consulenti finanziari, e la filiera logistico postale”
Nell’intervista, la Giallatini non ha però chiarito i numeri necessari, ma ha parlato delle assunzioni nel 2021 pari a 3.400, con contratti a tempo indeterminato e apprendistato. In base a quanto riferito da Il Corriere della Sera e Il Giornale di Sicilia, si tratterebbe di migliaia di nuove risorse da qui fino al 2024. Si parlerebbe dell’inserimento di 25mila nuove persone. Lo scopo è quello di accelerare il ricambio generazionale essendo affiancato da un’uscita dei dipendenti più vicini alla pensione. Inoltre, il numero dei consulenti finanziari dovrebbe aumentare da 8mila a 10mila entro i prossimi due anni.

Poste italiane mette a disposizione nuovi posti di lavoro: come candidarsi

Poste italiane
Come candidarsi (Fonte: Poste italiane)

Il rinnovamento del personale è uno dei obiettivi fissati dal piano strategico “2024 Sustain & Innovate”, messo in atto lo scorso marzo. L’intenzione, dunque, è di incrementare del 25% la forza lavoro rispetto al 2017. I nuovi posti di lavoro verranno creati in svariati modi: attraverso la ricerca sul mercato, iniziative di employment branding. Inoltre, si procederà anche a realizzare delle collaborazione con gli atenei universitari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Blanco, arriva la crisi dopo la vittoria a Sanremo: vita distrutta

Le nuove assunzioni dovrebbero tenere conto delle strategie di diversity & inclusion che hanno già consentito a Poste di rientrare nella classifica delle top 5 sulla parità di genere delle società quotate in Borsa stilata da Equileap. Infatti, più del 50% dei dipendenti della società sono donne e il 21% ha meno di 40 anni. Come ha sottolineato la Giallatini nell’intervista a La Repubblica, attualmente sono presenti quattro generazioni di lavoratori nella società. Tutto ciò ha favorito anche i programmi di mentoring.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Digitale terrestre, cambia la numerazione: ci sono nuovi canali. Ecco quali

Ottenere la certificazione sull’equità salariale, ridurre gli infortuni sul lavoro, in particolare nella filiera logistico postale. Ancora rafforzare i progetti in ambito di sviluppo, formazione e relativi al welfare e alla tutela della salute dei dipendenti“. Questi gli obiettivi fissati da Poste italiane per i prossimi anni, secondo quanto dichiarato dalla Responsabile Gestione Dirigenti. Per quel che concerne, invece, la formazione, sono previste 25 milioni di ore di corsi di formazione entro il 2024. Nel frattempo, coloro che sono alla ricerca di una nuova occupazione possono inserire il proprio curriculum nell’apposita sezione del sito o candidarsi per una delle posizioni aperte. Attualmente, per esempio, è attiva una selezione come portalettere, mentre a Bolzano si cercano figure di front end.