Inventing Anna è tratto da una storia vera: chi è Anna Delvey Sorokin

Inventing Anna, nuova serie Netflix prodotta da Shonda Rhimes, è ispirata alla vera storia di Anna Delvey Sorokin: tutto quello che devi sapere

L’11 febbraio ha debuttato su Netflix Inventing Anna che vede come protagonista l’attrice Julia Garner, già premiata con due Emmy per il suo ruolo in Ozark. La serie è stata creata da Shonda Rhimes, già nota per altre sceneggiati di successo come Grey’s Anatomy, Bridgerton, Scandal e Le regole del delitto perfetto.

Inventing Anna
Inventing Anna (Websource)

Nel cast presenti anche: Katie Lowes, Laverne Cox, Alexis Floyd, Arian Moayed, Terry Kinney, Anders Holm, Anna Deveare Smith, Jennifer Esposito e Jeff Perry. La serie è formata da ben dieci episodi. Inventig Anna è ispirata alla storia vera di Anna Delvey Sorokin. Lo sceneggiato è tratto dall’articolo di Jessica Pressler, anche produttrice dello show, How Anna Delvey Tricked New York’s Party People, pubblicato sul New York Magazine.

Inventig Anna, tutto quello che c’è di vero nella serie

Inventing Anna
Inventing Anna (Fonte: Instagram)

Inventing Anna, è una serie drammatica ambientata a New York, narra la storia di Vivian interpretata da Anna Chlumsky, una giornalista che indaga sul caso di Anna Sorokin (Garner). La donna è nata nel 1991 in un piccolo paesino, vicino Mosca, in seguito si trasferisce con la famiglia in Germania nel 2007 all’età di 16 anni. Sin da bambina aveva mostrato di essere spigliata, intelligente e furba. Dopo essere stata a Londra per motivi di studio, comincia uno stage nella rivista di moda Purple, a Parigi, dove inizia a farsi chiamare con lo pseudonimo Anna Delvey. Nel 2013 arriva a New York per assistere alla Fashion Week e decide di restarci.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Fisco, controlli a tappeto su conti e carte di credito: italiani state attenti!

In questo periodo comincia a esporre l’idea di una fondazione artistica a suo nome, presentando il progetto a personaggi facoltosi dell’ambiente. La proposta, però, non ebbe il successo sperato. Così, con il suo pseudonimo ha finto di essere una ricchissima ereditiera tedesca beffando banche e figure di spicco dell’élite di New York. Per molti anni, la donna ha condotto uno stile di vita lussuoso senza creare nessun sospetto, mettendo insieme migliaia di dollari di conti non pagati.

POTREBBE INTERESSSARTI ANCHE —> Gianni Morandi confessa: “L’ho fatto solo una settimana dopo Sanremo”

Successivamente, nel 2017, scoperto il grosso inganno, è stata condannata per furto aggravato di primo grado, con tre capi di imputazione per furto di secondo grado e, infine, l’accusa più grave quella di richiesta di prestito fraudolenta alla City National Bank e Fortress Investment Group. Nel 2018, la Sorkin ha rifiutato un patteggiamento che le offriva da tre a nove anni di carcere. Nel 2019, la Delvey è stata ritenuta colpevole dei reati a lei ascritti.