Digitale terrestre, da oggi i canali tv cambiano ancora: cosa devi sapere

Da oggi, mercoledì 9 febbraio, i canali tv del digitale terrestre cambiano ancora: tutto quello che devi sapere per una corretta risintonizzazione.

Un fenomeno che sta interessando sta interessando il nostro Paese in questi mesi riguarda la sintonizzazione dei canali tv. Gli annunci, sui canali della Rai, diventano sempre più frequenti in modo che tutti possano correre ai ripari. Anche Amadeus, ad esempio, durante il Festival di Sanremo, ha più volte ribadito il concetto.

digitale terrestre
Un telecomando ed uno schermo di una tv spenta (via pixabay)

Ma nello specifico, cosa sta succedendo? Semplicemente, le frequenze televisive si stanno posizionando su nuove bande in modo da lasciare progressivamente quella di 700 MHz al settore telefonico.

Vediamo quindi nel dettaglio cosa sta succedendo e, soprattutto, cosa avverrà nella giornata di oggi mercoledì 9 febbraio.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Digitale terrestre: cambiano ancora i canali TV. Cosa devi sapere

digitale terrestre
Un telecomando per cambiare canale (via pixabay)

L’Italia, per questo processo, è stata divisa in 5 aree nelle quali si sta procedendo progressivamente alla “migrazione” dal sistema DVB-T al DVB-T2. Vediamo nel dettaglio la suddivisione delle Regioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amazon, batosta inaspettata per tutti gli utenti: cosa sta succedendo

  • Area 1A (Sardegna) – Il processo, iniziato il 15 novembre 2021, si è già concluso lo scorso 18 dicembre 2021.
  • Area 1B (Campania, Lazio, Liguria, Toscana, Umbria) – A partire dall’1 maggio 2022 e fino al 30 giugno 2022.
  • Area 2 (Lombardia esclusa la provincia di Mantova, Piemonte, Valle d’Aosta, la provincia di Piacenza, e le province autonome di Trento e Bolzano) – Iniziato lo scorso 3 gennaio 2022 e si conclude il prossimo 9 marzo 2022.
  • Area 3 (Emilia-Romagna esclusa la provincia di Piacenza, Friuli Venezia Giulia, Veneto) – Da oggi 9 febbraio 2022 fino al il 14 marzo 2022.
  • Area 4 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Molise, Puglia, Sicilia) – A partire dall’1 marzo 2022 e fino al 15 maggio 2022.

LEGGI ANCHE >>> Mahmood e Blanco, come si sono conosciuti: il racconto da ‘Brividi’

Come abbiamo indicato già nella suddivisione, nell’Area 3 che interessa l’Emilia-Romagna (ad eccezione della provincia di Picenza), il Friuli Venezia Giulia ed il Veneto, da oggi mercoledì 9 febbraio inizierà il processo di migrazione.

Da quest’oggi, quindi, saranno coinvolti in questo processo ben 10 milioni di italiani. Dal 9 febbraio e fino al 14 marzo avverrà lo switch off delle frequenze. Sarà necessario, quindi, risintonizzare gli apparecchi. Le emittenti radiotelevisive, infatti, cambiano banda e non potranno più essere visti con i vecchi televisori.

Per controllare se la propria TV è compatibile basterà fare una semplice prova. Se l’apparecchio è in grado di ricevere i canali in alta definizione ai canali 501 (Rai 1), 505 (Canale 5) o 507 (La7) vorrà dire che è idoneo. Se almeno uno di questi canali è visibile, infatti, potete stare tranquilli.