Green Pass obbligatorio anche per Poste Italiane: le modalità di accesso

Green Pass obbligatorio anche per entrare negli uffici delle Poste Italiane: quali sono le nuove modalità di accesso.

Il Governo ha ormai stabilito le nuove modalità di accesso agli uffici postali. Verrà richiesto infatti a tutti gli utenti il Green Pass. A partire dal mese di febbraio la certificazione verrà richiesta per andare a pagare un bollettino postale o anche per versare un assegno in banca. Per queste commissioni verrà richiesto il Green Pass base, basterà quindi ottenerlo con esito del tampone negativo. Scopriamo tutti i dettagli in merito alle nuove regole anche per entrare negli uffici postali.

Poste italiane-31_01_22-Vesuvius
Le nuove modalità di accesso agli uffici postali (via screenshot)

Dopo aver esteso l’obbligo di Green Pass per poter usufruire di servizi alla persona come parrucchieri, barbieri ed estetiste, ora questo requisito si allarga anche alle altre attività al chiuso: tabaccai, negozi di abbigliamento, banche e uffici postali, ossia tutti gli uffici pubblici. Uniche eccezioni per cui non è richiesto il Green Pass, sono i supermercati insieme alle farmacie, gli studi medici o veterinari, nelle caserme e negli uffici giudiziari.

Poste Italiane, Green Pass obbligatorio per l’accesso

Poste italiane-31_01_22-Vesuvius
L’accesso agli uffici con il Green Pass (via screenshot)

L’obbligo di accesso con il Green Pass è esteso dunque anche alle Poste Italiane. Le strutture hanno attivato diverse modalità di controllo per consentire l’accesso agli uffici postali in modo semplice e sicuro. Negli uffici dotati di gestore delle attese, i cittadini potranno mostrare già all’ingresso il QR Code del Green Pass. Dopo la verifica, gli utenti potranno munirsi del ticket per presentarsi allo sportello.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, grande novità per le chiamate: sarà tutto diverso

Negli altri uffici postali in cui non sarà presente il gestore, i cittadini dovranno mostrare il Green Pass direttamente allo sportello. Sarà poi l’operatore a verificare la validità prima di procedere con i servizi richiesti. Per i cittadini che prenoteranno invece l’appuntamento utilizzando le varie applicazioni di Poste Italiane, la verifica del Green Pass sarà eseguita direttamente sull’app. Se invece ci si prenota sul sito Poste.it, il controllo della certificazione avverrà comunque in ufficio postale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> YouTube, come guadagnare 20mila euro: i trucchetti utili

Il Green Pass richiesto può essere anche quello base, ottenuto con un tampone negativo, che può essere sia rapido che molecolare. Dovranno essere poi i titolari delle attività a controllare la validità del documento, esattamente come accade nei bar e nei ristoranti. Coloro che non adempiono all’obbligo di controllo rischiano una sanzione che va da 400 a 1.000 euro. C’è anche la possibilità di chiusura temporanea dell’esercizio.