Bonus matrimonio 2022: a chi è rivolto e come fare domanda

Bonus Matrimonio 2022 | Il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’economia hanno introdotto nel decreto Sostegni bis una misura a favore del comparto matrimoni: tutti i dettagli 

Il Bonus matrimonio 2022 è una misura a fondo perduto introdotto dal decreto Sostegni bis. Si tratta di un beneficio a favore dagli operatori del comparto matrimoni ed eventi, categoria che ha risentito fortemente delle restrizioni imposte per contenere l’emergenza sanitaria.

Bonus matrimonio 2022
Bonus matrimonio 2022 (Fonte: Getty Images)

I fondi stanziati per il 2022 hanno un importo pari a 60 milioni di euro. Tuttavia, nessuna conferma per quanto riguarda il Bonus sposi, ossia l’agevolazione statale rivolta alle coppie per le spese affrontate per il matrimonio. Stiamo parlando, dunque, di affitto dei locali, addobbi, wedding planner, abiti per gli sposi, servizio fotografico, catering e ristorante. In sede di conversione del decreto Sostegni bis, tale incentivo, infatti non ha ottenuto riconferma. La misura consentiva un risparmio delle spese sostenuto per il matrimonio pari al 25%, nel triennio 2021-2023, con un importo massimo di 25mila euro e con una detrazione fino a 6.250 euro da riscattare in cinque quote annuali.

Bonus matrimonio 2022: tutti i requisiti necessari

Bonus Matrimonio 2022
i requisiti (Fonte: Getty Images)

Si tratta di un doveroso provvedimento di sostegno per tutte quelle imprese che svolgono attività, dalle cerimonie agli eventi, che sono state tra le più penalizzate durante l’emergenza Covid“. Queste le parole del ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti. Come ben sappiamo, a partire da marzo 2020, quasi tutte le cerimonie sono state annullate a causa della scoppio della pandemia. Questo ha causato un crollo vertiginoso pari al 90% del fatturato del settore wedding, soltanto nel 2020. Nel 2019, invece, tale categoria aveva ottenuto un ricavo pari a 33 miliardi di euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Cellulare finito in acqua non funziona più: come farlo tornare in vita

I 60 milioni di euro stanziati, saranno ripartiti in tal modo: 40 milioni al settore matrimoni, 10 milioni al settore dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie, diverso dal wedding e 10 milioni al settore dell’hotellerie-restaurant-catering. Potranno beneficiare di tale misura soltanto coloro i quali, nel 2020, hanno patito una diminuzione dei ricavi pari ad almeno il 30% rispetto a quello dell’anno precedente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Bonus Compleanno 2022, lo Stato ti regala 500 euro: come ottenerli

Le imprese dovranno inoltrare la richiesta all’Agenzia delle entrate. Tuttavia, il Governo non ha ancora provveduto a rendere note le modalità per farlo. Sarà, dunque, necessario attendere un nuovo decreto. Subito dopo essersi assicurati che colui che ha presentato domanda può realmente beneficiarne, l’importo spettante verrà accreditato sul conto corrente indicato nel modulo. In ogni caso, sono ancora da stabilire i termini di presentazione della domanda per il Bonus matrimonio 2022.