Instagram, a breve si dovrà pagare: rivoluzione inaspettata

Una rivoluzione inaspettata è in arrivo per tutti gli utenti di Instagram. Andiamo a vedere perché a breve diventerà a pagamento.

Primi segnali di rivoluzione per il mondo Instagram. Infatti a breve si dovrà pagare per utilizzare l’applicazione. L’indiscrezione arriva direttamente dagli Usa. Andiamo a vedere cosa ci sarà di vero.

Instagram
Il logo del social network di Meta (via Screenshot)

A breve tutti potranno pagare per utilizzare Instagram. Infatti quello che fine a poco tempo fa appariva impossibile adesso diventerà realtà. Ad annunciarlo ci ha pensato proprio il Ceo di Meta, Mark Zuckerberg insieme ai suoi soci. La notizia ha chiaramente già fatto il giro del Web, con degli abbonamenti che verranno associati all’applicazione di condivisione foto. Inoltre il loro prezzo sarebbe anche importante.

La notizia è stata riportata per prima dai portali specializzati Gizmodo, 9to5Mac e TechCrunch, ma anche dal meno noto blog Business dello stesso Instagram. A partire dal 19 gennaio 2022 è attiva per alcuni utenti la possibilità di acquistare sottoscrizioni in-app con costi che partono da 0,99 dollari al mese e arrivano fino a 99,99 dollari al mese. Questa misura è pensata per supportare i content creator all’interno dell’applicazione. Andiamo quindi a vedere cosa cambierà a breve.

Instagram, al via gli abbonamenti in app: la misura presa da Zuckerberg

Instagram
Il logo del social network (via Getty Images)

Instagram quindi inserisce ufficialmente i servizi ad abbonamento. L’obiettivo è proprio quello di supportare i Content Creator fornendo a quest’ultimi un nuovo sistema di monetizzazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Nuova pericolosissima truffa ai danni dei clienti Unicredit: come riconoscerla e difendersi

Gli utenti che pagheranno una sottoscrizione mensile potranno accedere a contenuti extra pubblicati dai loro influencer preferiti. Il tutto va a riprendere il sistema a pagamento presente sia su Twitch che su YouTube, ma anche di altre piattaforme tipo Patron. Inoltre i benefici saranno dirette streaming, Storie e badge esclusivi da sfoggiare nei commenti.

LEGGI ANCHE >>> Iliad, c’è la data ufficiale: quando avverrà lo sbarco sulla rete fissa

Al momento Meta ha inaugurato la novità come prova solo negli Usa e solamente per un numero ristretto di creatori di contenuti, che per il momento dovrebbero essere dieci. Oramai però la direzione di Instagram sembra essere tracciata. Infatti Adam Mosseri, amministratore delegato del social ha espresso la volontà di espandere questa possibilità ad altri influencer nel corso dei prossimi mesi. Inoltre in questo periodo di prova gli introiti andranno completamente ai content creator. Instagram infatti non vuole parlare di divisione dei guadagni almeno fino al prossimo 2023.