Imu 2022, previste forti detrazioni: chi può usufruirne

La legge di Bilancio ha introdotto importanti agevolazioni per quanto riguarda il pagamento dell’Imu: i requisiti per poterne beneficiare.

L’imposta municipale unica (IMU) o imposta municipale propria è un tributo istituito per prendere il posto dell’imposta comunale sugli immobili (ICI), ha accorpato, inoltre, anche parte dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF).

imu 2022
L’elenco di federconsumatori (Getty Images)

Di seguito tutti coloro che sono obbligati al pagamento del tributo in questione:

  • proprietari di immobili;
  • i titolari di diritto di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie sugli immobili e riguarda i fabbricati, i terreni, le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa.
    L’Imu, però, non deve essere pagata sull’abitazione principale, purché non rientrino in determinate categorie catastali.

Imu: tutti i dettagli sulle novità previste nel 2022

imu 2022
Il dato allarmante sulle frodi per furto di identità (Getty Images)

La Legge di Bilancio 2022 ha apportato una sostanziale modifica per coloro che godono di una pensione. Per il nuovo anno l’agevolazione sulla tassa per la casa è ridotta al 37,5%, prima ferma al 50%. La misura riguarda i contribuenti che stanno beneficiando di una pensione e siano residenti all’estero. I cittadini stranieri titolari di un immobile in Italia potranno continuare a godere delle agevolazioni in vigore purché tali beni non siano stati locati o ceduti in comodato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Iliad sbarca sul fisso, Levi: “Questione imminente”. Poi attacca la concorrenza

Si deve trattare, innanzitutto, di un immobile posseduto in Italia a titolo di proprietà od usufrutto da persone che non siano residenti in Italia. Inoltre, potranno beneficiare di tale agevolazione soltanto coloro che percepiscono una pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia. Tale misura è concessa anche per la tassa o tariffa sui rifiuti, che si potrà versare con una detrazione pari a due terzi. Dunque, tale incentivo è stato esteso anche ai cittadini stranieri che non siano residenti in Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Pierpaolo Spollon, la confessione inaspettata: “Litigavamo sempre sul set”

La sanzione amministrativa, per coloro che si rifiutino di presentare la dichiarazione Imu, oscilla tra il 100 al 200% dell’imposta dovuta, con un minimo di 51 euro. Lo rende noto proprio l’Agenzia delle Entrate. Inoltre, nel caso in cui venga presentata una dichiarazione infedele o incompleta, la sanzione prevista va dal 50 al 100% della maggiore imposta dovuta. Se l’omissione o l’errore, invece, fanno riferimento ad elementi che non incidono sull’ammontare dell’imposta, la contestazione varierà tra i 51 e i 258 euro.