Congedo paternità 2022: a chi spetta e come ottenerlo

Congedo di paternità 2022 | La legge di Bilancio ha introdotto delle importanti novità per quanto riguarda i padri lavoratori: scopriamo quali sono le novità

congedo paternità 2022
Le nuove misure per i padri lavoratori (Fonte: Pixabay)

La legge di Bilancio ha introdotto importanti misure per quanto riguarda il congedo obbligatorio e facoltativo di paternità per i lavoratori dipendenti, che diventerà strutturale a partire da quest’anno. Confermata, dunque la durata di 10 giorni per quello obbligatorio, più un giorno facoltativo. Il congedo obbligatorio è un diritto autonomo del padre, non sostituisce, perciò, quello concesso alla madre, ma si aggiunge ad esso.

Il congedo facoltativo, invece, si basa sulla decisione della madre lavoratrice di non godere di alcun di congedo di maternità. Il giorno di cui beneficerà il padre anticiperà, il termine del congedo di maternità. In ogni caso, non si potrà più beneficiare della misura trascorsi cinque mesi dalla nascita del figlio. Tuttavia il congedo potrà essere utilizzato anche in questi due casi:

  • figlio nato morto dal primo giorno della 28° settimana di gestazione
  • decesso del figlio nei primi dieci giorni di vita (compreso il giorno della nascita)

LEGGI ANCHE —> Cosa ha in mente Checco Zalone per Sanremo 2022

Congedo paternità 2022: chi potrà beneficiare della misura

congedo paternità 2022
Tutte le novità sul congedo paternità (Fonte: Pixabay)

Il congedo è rivolto ai padri lavoratori dipendenti del settore privato (anche adottivi o affidatari). Dunque, gli aventi diritto beneficeranno di un importo giornaliera pari al 100% della retribuzione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Belen Rodriguez stuzzicata da un hater: la risposta è da applausi

Inoltre, al lavoratore saranno garantiti anche i contributi figurativi ai fini della pensione, concessi anche alle madri lavoratrici. Coloro che intendono usufruire del beneficio dovranno renderlo noto al proprio datore di lavoro, con un preavviso di 15 giorni. Qualora venga richiesto contestualmente all’evento nascita, il preavviso si computerà a partire dalla data del presunta parto.