Mutuo, tasso fisso o variabile? Scopriamo qual è la soluzione più conveniente

Quando acquistiamo una nuova casa, molto spesso, il dubbio che ci pervade è quello relativo alla scelta tra mutuo a tasso fisso o variabile: le differenze 

mutuo
Mutui a tasso fisso o variabile? (Fonte: Pixabay)

Quando decidiamo di acquistare una casa, molto spesso ci troviamo davanti ad un bivio: tasso fisso o variabile? Scegliere la strada giusta non è sempre semplice per farlo è necessario conoscere l’andamento dei tassi, analizzare l’andamento del mercato e capire quali misure verranno adottate. Con i mutui a tasso fisso, il cliente sborsa sempre lo stesso interesse alla banca per tutta la durata del mutuo, mentre a tasso variabile pagherà tenendo conto dell’andamento mensile dei tassi di interesse.

Kìron Partner S.p.A., società di mediazione creditizia del Gruppo Tecnocasa, ha di recente pubblicato un documento su questa tematica. “I tassi dei mutui sono lievemente aumentati nel corso dei mesi centrali del 2021. Attualmente la forte liquidità di cui godono gli istituti di credito sta portando a un allineamento dell’offerta bancaria su spread abbastanza contenuti” , si legge nella nota. Prossimamente ci sarà un lieve crescita dei tassi che però rimarranno sempre su importi molto bassi rispetto al passato. Questo consentirà di ottenere dei finanziamenti a condizioni favorevoli.

LEGGI ANCHE —> Nicola Savino: “Vivere da no vax è impossibile”

Mutuo, a tasso fisso e variabile: quale scegliere?

mutuo
La soluzione più conveniente (Fonte: Pixabay)

Molto spesso quando decidiamo di affrontare un mutuo è difficile scegliere tra tasso fisso e tasso variabile. Quest’ultimo è considerato più conveniente rispetto al primo. Tuttavia, in tal caso, bisogna capire quanto il nucleo familiare che decide di intraprendere questa strada sia in grado di sostenere eventuali aumenti di rata, dovuti ad un cambiamento dello spread medio di mercato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Epifania, gli eventi da non perdere a Napoli

Quindi nell’ipotesi in cui non si voglia rischiare di dover corrispondere aumenti repentini degli interessi sarebbe meglio optare per dei finanziamenti a tasso fisso. In ogni caso la Kiron ritiene che sia ancora molto conveniente sottoscrivere un mutuo in questo periodo. I tassi, infatti, rimarranno alle attuali quotazioni o comunque subiranno soltanto una leggera crescita nel 2022.