È morto Peter Bogdanovich: regista, attore e critico cinematografico

È morto Peter Bogdanovich: il noto regista, attore e critico cinematografico è venuto a mancare all’età di 82 anni.

Peter Bogdanovich
Peter Bogdanovich, l’attore e regista morto a 82 anni (via social)

Nel corso della giornata di ieri giovedì 6 gennaio 2022 è venuto a mancare un importante regista. Peter Bogdanovich è venuto a mancare all’età di 82 anni per cause naturali nella sua casa di Los Angeles, questo almeno è quanto riportato dalla figlia. Peter Bogdanovich nella sua lunga carriera prima ancora di occuparsi direttamente di cinema filmando film come L’ultimo spettacolo, Paper Moon, Ma papà ti manda sola? e Daisy Miller, si è occupato di critica cinematografica. Negli anni Sessanta ha infatti pubblicato libri sul cinema di Orson Welles, John Ford, Alfred Hitchcock e Fritz Lang. L’attività saggistica è poi proseguita assieme a quella registica, con la pubblicazione di un altro libro sul suo amico Orson Welles nel 1992 e, tra i molti altri, due libri di interviste a registi ed attori: Chi ha fatto quel film? e Who The Hell Is in It? Conversations with Legendary Film Stars. Tra le sue scritture c’è anche un libro ad oggi introvabile: The Killing of the Unicorn, sull’omicidio della sua compagna, l’ex Playmate Dorothy Stratten, assassinata dall’ex marito nel 1980.

LEGGI ANCHE >>> iPhone vittima di un pericoloso bug, rischio per gli utenti: la falla

È morto Peter Bogdanovich, regista e attore

Peter Bogdanovich
La carriera di Peter Bogdanovich (via social)

Peter Bogdanovich si è occupato davvero di diverse cose nell’arco della sua vita mostrando di avere una personalità poliedrica. L’uomosi era formato, come molti registi di allora, alla Factory di Roger Corman, per cui diresse nel 1968 Bersagli, co-sceneggiato con Sam Fuller e interpretato da Boris Karloff e, sotto pseudonimo, Voyage to the Planet of the Prehistoric Women. Nel 1971 Peter realizza la sua prima regia d’autore L’ultimo spettacolo, interpretato da Cloris Leachman, Sam Bottons, Ellen Burstyn, un giovane Jeff Bridges e Cybill Shepherd, per la quale lascia la moglie Polly Platt.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Instagram, l’aggiornamento riporta una vecchia funzionalità: cresce l’attesa

Seguono anche altri grandi successi, arrivano anche le sue prime commedie come Ma papà ti manda sola?, con Barbra Streisand, Paper Moon, Finalmente arrivò l’amore, Vecchia America, Saint Jack. Dopo la morte di Stratten, Bogdanovich riprende a lavorare a fine anni Ottanta con progetti prevalentemente televisivi e porta avanti una carriera di attore. L’uomo appare in svariati film e serie tv come Out of Order, Get Shorty e I Soprano. Compare anche come se stesso in L’altra faccia del vento di Orson Welles.