Whatsapp: in arrivo una funzione rivoluzionaria, ma non sarà per tutti!

Whatsapp sta per introdurre una nuova funzione che si appresta ad essere rivoluzionaria: non è prevista però per tutti. Il motivo.

WhatsApp
La nota app di messaggistica Whatsapp (via pixabay)

Ormai non possiamo farne a meno: avere la possibilità di rintracciare un qualsiasi contatto della nostra rubrica con un messaggio o una nota vocale è comodissimo. Tutto a portata di pochi e semplicissimi click, anche per questo le app di messaggistica sono entrate prorompenti nel nostro quotidiano.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Tra le più scaricate di sempre ovviamente c’è Whatsapp. Ogni giorno milioni di chat si animano in tutto il mondo e permettono alle persone di interagire anche a distanza. Gli sviluppatori cercano di aggiornare sempre con nuove funzionalità l’app in questione e tra poco arriverà una vera e propria rivoluzione.

POTREBBE INTERESSARTO ANCHE >>> League of Legends, problemi e disservizi per gli utenti: spiegato il motivo

La funzione rivoluzionaria di Whatsapp

WhatsApp
L’icona del social di messaggistica (via pixabay)

Gli sviluppatori dell’app stanno pensando di aggiornare in maniera rivoluzionaria il sistema di notifiche. Nella versione 2.22.1.1 beta di WhatsApp per iOS infatti stanno testando l’efficacia di un nuovo metodo di alert. Per rendere più immediato il riconoscimento del contatto che ha inviato un messaggio, si è pensato di inserire anche la foto.

LEGGI ANCHE >>> GF Vip, annuncio improvviso: chiamata urgente della produzione!

Quando si riceve una notifica, quindi, oltre a comparire la dicitura che tutti abbiamo imparato a conoscere, comparirà anche l’immagine di profilo dell’utente che ha scritto o inviato una nota vocale. Si tratta per il momento di un sistema di alert in fase di sperimentazione ed abilitato solo per gli utenti che utilizzano iOS 15. Ma c’è dell’altro. Non tutti coloro i quali posseggono iOS 15 partecipano al test per ora. La funzione infatti è attiva solo per alcuni beta tester. Presto potremmo usufruirne tutti? Solo il tempo lo dirà.