Serie A, possibile rinvio di almeno tre partite: gli scenari

L’incubo del Covid piomba nuovamente sulla Serie A: possibile il rinvio di almeno tre partire. I possibili scenari per la prima giornata di ritorno.

riforma Serie A
Serie A, allo studio la riforma (Getty Images)

L’aumento dei contagi preoccupa l’Italia intera ed il mondo del calcio non è escluso. Il numero di positivi nel massimo campionato del nostro Paese cresce giorno dopo giorno. Il ritorno dei calciatori presso i club dopo la breve pausa natalizia ha comportato una bruttissima sorpresa per tutti. L’unica squadra che al momento sembra averla scampata è la Lazio che non ha ancora registrato contagiati nella propria rosa.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Il Napoli, ad esempio, nella sola giornata odierna ha dovuto fare i conti con la positività di Mario Rui, Spalletti e Malcuit. Il totale in casa azzurri sale a 6 e non è detto che alla vigilia del match con la Juve la situazione resta tale. Situazione pesante nella Salernitana (11 casi) Verona dove i positivi sono 10 (di cui 8 calciatori), nell’Udinese dove si registrano 9 casi (di cui 7 giocatori) e nel Torino dove i tesserati contagiati sono 8. Vediamo quindi nel dettaglio i possibili scenari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Flurona, cosa comporta questa nuova malattia? Di cosa si tratta e quali sono i sintomi: importanti studi in corso

Serie A: gli scenari per la prima partita del girone di ritorno

Serie A
Pallone usato in questa stagione di Serie A (Getty Images)

Al momento si vocifera di un possibile rinvio di tre partite: Salernitana-Venezia, Spezia-Verona e Fiorentina-Udinese. In particolare, la possibilità che la prima di questo elenco salti è molto alta perché l’Asl di Salerno ha bloccato la squadra locale.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2022, ufficiale: Fiorello ci sarà! Il pubblico torna al teatro Ariston

Nelle prossime ore però i vertici della Lega potrebbero prendere qualche decisione in merito alla prima giornata di ritorno del campionato del nostro Paese. L’ipotesi è remota, ma l’alto numero di contagi preoccupa. L’Asl di Napoli potrebbe nuovamente intervenire, come successo un anno fa proprio in occasione del match con la Juve, e bloccare la partenza del club partenopeo. Insomma, per il momento il calcio italiano è sospeso in un limbo: cosa succederà nelle prossime ore?