Sanremo 2022, ufficiale: Fiorello ci sarà! Il pubblico torna al teatro Ariston

Sanremo 2022, Fiorello ci sarà! Amadeus ha dato la sua parola, la notizia è ufficiale. Tutte le novità di questa 72a edizione del Festival.

Sanremo 2022
Amadeus e Fiorello (Getty Images)

Il Festival di Sanremo 2022: le date da martedì 1 febbraio a sabato 5 febbraio. Amadeus fa tris in veste di conduttore e direttore artistico, fino alla fine la presenza di Fiorello è stata in dubbio. Oggi arriva la conferma ufficiale, lanciata da Rainews. Qui si legge: Riguardo agli ospiti, sono i molti i nomi in circolazione, ma ancora non ci sono conferme ufficiali, tranne che per Fiorello, la cui presenza è data per certa dopo che Amadeus ha dichiarato “Non c’è Sanremo per me senza di lui”.

Rainews dà per certa la presenza di Fiorello, prima di passare in rassegna le principali novità di questa edizione. Sarà un Festival con il pubblico al Teatro Ariston di Sanremo. Il sindaco della città ospite Alberto Biancheri ha anticipato: “Vediamo cosa succederà da qui al 10 gennaio, ma sarà un festival alla presenza del pubblico. Anche se non sarà al 100% come quello del 2019, non si può neppure paragonare a quello dello scorso anno”.

LEGGI ANCHE –> Sanremo 2022 con il rischio Covid: cosa potrebbe saltare

Le novità di Sanremo 2022: Fiorello c’è

sanremo 2022
Sanremo 2022

Le altre novità di questo Sanremo:

  • La categoria delle nuove proposte non c’è più, i tre vincitori di Sanremo Giovani saranno in gara insieme ai ventidue big in gara.
  • Venerdì 4 febbraio ci sarà la serata delle cover: ciascun artista eseguirà un brano tratto dal repertorio italiano o internazionale degli anni ’60/’70/’80. La performance può essere in solitaria oppure insieme a un ospite concordato con la Rai e con la Direzione Artistica.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

  • La giuria dei giornalisti che avrà il compito di votare i venticinque artisti in gara non sarà organizzata allo stesso modo delle scorse edizioni. Quest’anno, durante le prime due serate, sarà divisa in tre sezioni: una della carta stampata e delle tv, una della Radio e una del web. Nella quarta e nella quinta serata, invece, la giuria della Sala Stampa voterà come unica componente, aggiungendosi al Televoto e alla nuova giuria “Demoscopica 1000”, composta da mille componenti selezionati secondo criteri di età e di provenienza geografica, che voteranno da remoto con una app dedicata.