Luca Sepe ricoverato per Covid: le sue condizioni di salute

Luca Sepe ha dovuto ricorrere al ricovero dopo aver contratto il Covid: come sta adesso? Quello che sappiamo sulle sue condizioni.

luca sepe
L’artista campano trasportato in ospedale (via social)

Fino a qualche giorno fa, l’uomo aveva condiviso sui propri social il prodotto dei suoi lavori. Una recente parodia, un suo marchio di fabbrica che l’ha aiutato a lanciarsi nel mondo dello spettacolo campano, le dirette radio, gli scherzi al telefono. Sembrava che tutto procedesse nella tranquillità e nella solita normalità.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Un post di poche ore fa, scritto nel primo giorno dell’anno per avvisare tutti i suoi fan. “Sto molto male e sto andando a ricoverarmi. Pregate per me. Vi voglio bene”, poche parole cariche di significato. Non è tardata ad arrivare la risposta del pubblico che sui social ha voluto dimostrargli tutto l’affetto e la stima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, nuovo obbligo per la piattaforma: così in tutta la nazione

Luca Sepe ricoverato: le sue condizioni

luca sepe
Luca Sepe in uno scatto postato su Facebook (via social)

Un fulmine a ciel sereno il post pubblicato a Capodanno. Un primo giorno del 2022 iniziato nel peggiore dei modi per l’artista campano che adesso quindi si trova in ospedale per essere tenuto sotto controllo. La causa del ricovero è legata al Covid. L’uomo aveva annunciato di aver contratto la malattia nella settimana di Natale. L’uomo aveva anche scherzato sull’accaduto, come suo solito. “Babbo Natale mi ha portato un regalo inaspettato… il Covid”, aveva scritto a corredo di un video divertente.

LEGGI ANCHE >>> L’oroscopo della settimana: le pagelle dei segni dal 3 al 9 gennaio

Insomma, nonostante il contagio la situazione sembrava tranquilla. Poche ore fa, come accennato in precedenza, Sepe ha postato una storia su Instagram da un lettino con la mascherina per l’ossigeno scrivendo che stava andando in ospedale per ricoverarsi. Sui suoi social al momento tutto tace. La speranza, ovviamente, è che si rimetta al più presto e torni dalla sua famiglia e a fare il lavoro che tanto ama.