Netflix, nuovo obbligo per la piattaforma: così in tutta la nazione

Spunta su Netflix un nuovo obbligo per la piattaforma. In tutta la nazione sarà implementata la novità: scopriamo cosa cambia a breve.

Netflix
Novità assoluta per la piattaforma streaming (via Getty Images)

La piattaforma leader al mondo nel mercato dello streaming video è ovviamente Netflix. Ma per rimanere tale il servizio di Reed Hastings è costretto ad aderire a tutti i tipi di normative e licenza diversi sparsi nel mondo, per questo motivo il suo catalogo è differente da paese a paese. Un esempio plateale è quello della Russia, che ha costretto il colosso a trasmettere i canali televisivi locali. Inoltre anche alcune aree economiche come l’Unione Europea stanno chiedendo ai servizi di streaming stranieri di servire una certa percentuale di contenuti prodotti localmente.

Però come visto con la Russia non è così per tutti, con il paese di Vladimir Putin che sta dando filo da torcere al colosso mondiale. Infatti l’obiettivo del paese è rendere il piattaforma veicolo di contenuti in diretta, trasmessi solitamente sulla televisione di stato. Stando a quanto riportato dal Moscow Times, Roskomnadzor (Autorità russa che regola l’uso di internet) ha già aggiunto Netflix al suo registro dei cosiddetti “servizi audiovisivi”. Questi servizi infatti devono mostrare almeno 20 canali Tv di stato, tra cui anche la stazione televisiva per le ultime notizie.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Spotify: le canzoni e gli artisti più ascoltati del 2021 in Italia

Netflix obbligato a trasmettere 20 canali TV della Russia: decisione paradossale

Netflix
Il logo della piattaforma di streaming video (via Screenshot)

I regolamenti quindi costringeranno Netflix a costruire una nuova filiale all’interno del Paese. Allo stesso tempo la piattaforma streaming dovrà seguire disposizioni che vietano la promozione dell’estremismo. Questa scelta, secondo gli esperti, è finalizzata a rendere più difficile la comunicazione delle opposizioni. Nonostante ciò questo obbligo, ad oggi, è stato imposto solamente dalla Russia, quindi il colosso di Reed Hastings potrà continuare a seguire le sue iniziative nel resto del mondo. Vedremo però se la ‘N rossa’ riuscirà a sottostare alla decisione della Russia o se ritirerà il servizio dal proprio paese.

POTREBBE INTERESSARTI >>> TIM, Giga illimitati a Capodanno: come ottenere la super offerta

Nel caso in cui dovesse sottostare alle nuove regole sarà interessante capire come la piattaforma deciderà di trasmettere i canali tv. Al momento la cosa più concreta è quella di affidarsi ad una tecnologia di live streaming. Inoltre Netflix potrebbe fare affidamento agli esperimenti sui contenuti in diretta già fatti in Francia. Seguire gli obblighi imposti dalla Russia potrebbe portare il colosso a sondare un mercato inedito.