Fake News: come riconoscerle e a cosa stare attenti

Come riconoscere le Fake News e a cosa bisogna stare attenti quando si naviga su internet: scopriamolo insieme nel dettaglio.

fake news
Utente che naviga in rete su un pc (via pixabay)

Uno dei problemi più incombenti della libertà d’informazione in rete riguarda le notizie poco o per nulla veritiere. Strumentalizzazioni, il ricorso a fatti ed eventi fantasiosi, la tendenza al clickbait hanno popolato il web di news “dannose” per gli utenti. C’è da dire che da diverso tempo ormai gli algoritmi dei social e dei motori di ricerca puntano sempre di più al riconoscimento di notizie fuorvianti.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Nella mente di tutti noi però c’è ancora la miriade di news volte alla disinformazione dilagate sul web durante il primo periodo di diffusione del Covid. Tante persone ad esempio hanno perso la vita dopo aver letto che ingerire candeggina avrebbe contribuito all’immunizzazione dal virus. Ancora oggi, coloro i quali non hanno voluto aderire alla campagna vaccinale adoperano tesi fantasiose e del tutto infondate dal punto di vista medico come giustificazione. Insomma, come si riconoscono le fake news in rete?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ballando Con le Stelle 2022, Milly Carlucci pensa al futuro: prima decisione

Come riconoscere le fake news

fake news
Tesserine che formano la parola “fake news” (via pixabay)

Di seguito vediamo alcuni punti a cui bisogna prestare attenzione quando si naviga in rete e si leggono notizie.

  • Le immagini. Spesso sui social circolano fotomontaggi che non hanno rimandi a link di testate giornalistiche. Si tratta spesso di contenuti fuorvianti che alle volte diventano virali.
  • Le fonti. La verifica dell’attendibilità dei link è fondamentale per cercare di orientarsi nella scelta dei click da effettuare in rete. Inoltre, verificare che la stessa notizia sia presente riportata da più testate contribuisce ad aumentare la veridicità del contenuto.

LEGGI ANCHE >>> Paolo Calissano, la fidanzata parla della sua morte: duro sfogo sui social

  • Punteggiatura e linguaggio. Articoli scritti con punteggiatura particolarmente forte e con un uso massiccio di parole in maiuscolo, a cominciare dal titolo, devono far scattare immediatamente un campanello d’allarme nel lettore.
  • Riferimenti ed autore. Spesso quando si tratta di notizie poco attendibili o del tutto inventate non sono menzionati riferimenti a fatti o persone. Le narrazione tende ad essere criptica e nebulosa. Inoltre, la possibilità di risalire a colui il quale ha scritto l’articolo è spesso nulla.

Per approfondire l’argomento ed avere maggiori chiarimenti in merito si consiglia la visione del video dedicato caricato sul canale YouTube dell’avvocato Angelo Greco.