Bonus vacanze vicino alla scadenza: cosa succede se non si parte per Covid

Si avvicina il termine di scadenza per poter usufruire del bonus vacanze e in molti si chiedono cosa succede in caso di mancata partenza per Covid 

bonus vacanze
L’incentivo in scadenza (Foto Facebook Agenzia delle Entrate)

Uno dei settori più colpiti dalla pandemia è il turismo, dunque, con l’obiettivo di rilanciarlo, il governo Conte finanziò il bonus vacanza, anche l’esecutivo di Mario Draghi ha adottato la stessa misura. Chi lo aveva chiesto potrà adesso utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021 per il pagamento di servizi e di pacchetti turistici.

Si può ottenere l’incentivo nella misura massima di 500 euro per i nuclei familiari con Isee inferiore a 40mila euro composti da tre o più persone, 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone, 150 euro per quelli composti da una sola persona. L’agevolazione deve essere spesa in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica. Nell’eventualità in cui il prezzo da pagare sia inferiore, il restante non è più utilizzabile.

LEGGI ANCHE —> Grande Fratello Vip, un nuovo concorrente nella Casa: nome impensabile

Bonus vacanze, i chiarimenti dell’Agenzia dell’Entrate in caso di mancato utilizzo

bonus vacanze
I chiarimenti dell’Agenzia dell’Entrate (Fonte: web source)

Tuttavia, in questo ultimo periodo gli italiani preferiscono rimanere a casa, a causa dall’aumento dei casi di coronavirus e della diffusione della nuova variante Omicron. Senza contare che molte regioni in vista del Natale stanno cambiando pian piano colore. Dunque sono in molti a chiedersi cosa accadrebbe nel caso in cui si decida di rinunciare ad un viaggio in programma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Canone Rai, arriva anche su pc e smartphone: che mazzata per gli italiani!

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che in tali ipotesi l’incentivo non potrà essere in alcun modo oggetto di rimborso da parte dell’operatore turistico. Soltanto un mese fa erano circa 35 milioni gli italiani che progettavano di trascorrere il periodo natalizio lontani da casa. Tuttavia a causa del peggioramento della situazione pandemica, sono molti coloro che hanno cambiato idea. Al momento mancano 11 milioni di prenotazioni, senza prendere in considerazioni le disdette.