Morgan furioso: “Sono stato cacciato, vi dico cosa è successo”

Morgan non ci sta e decide di rivelare le sue ragioni. “Cacciato da loro, adesso vi spiego il motivo”, dice l’artista nell’intervista.

Morgan
L’artista rivela chi non lo vuole più in televisione (Getty Images)

Amato od odiato, Morgan riesce sempre a far parlare di sé. Questa volta l’artista ha affidato i suoi pensieri alla rivista Rolling Stone. L’argomento principale è il ritorno in onda di X Factor programma nel quale il cantante ha svolto il ruolo di giudice.

Queste le sue dichiarazioni: “Onestamente non credo sia successo qualcosa di interessante nelle ultime edizioni, anche perché partono da una prospettiva blanda e poco interessante. Nessuno ha avuto il coraggio di assumersi le responsabilità di scelte interessanti sul piano musicale“.

LEGGI ANCHE –> Alfonso Signorini, risveglio ‘amaro’: la notizia non è delle migliori

Morgan indica l’unico giudice valido

Morgan
L’artista svela cosa non funziona nel noto talent (foto Instagram)

A suo modo di vedere poche cose sono cambiate: “In sette anni che me ne sono andato ci sono state poche novità. L’eccezione sono i Maneskin. E infatti, loro, appartengono all’unico giudice che dopo di me ha svolto un lavoro discreto. Parlo ovviamente di Manuel Agnelli“.

Per il noto gruppo italiano il successo non è però dovuto ai consigli del loro ex giudice. Morgan infatti precisa: “Se avessero ascoltato quello che gli diceva Agnelli non avrebbero vinto né Sanremo né l’Eurovision. Il loro successo non si basa sui loro testi o brani, che sono ottimi, bensì sulla capacità di essere teatrali: su questo lui non c’entra molto“.

LEGGI ANCHE –> Soliti Ignoti, chi sono i concorrenti di queste prime puntate

Il cantante poi spiega anche chi lo ha cacciato: “I discografici sono i veri responsabili, anche per la mia assenza dal mercato musicale. Sono così convinti del mio essere ingestibile da incassare su coloro che sono cresciuti grazie al mio lavoro. A loro però manca la capacità di riflettere in maniera sensata sul loro stesso settore. Cacciarmi ha fatto diventare il programma iper-standardizzato, facendolo ripiegare su sé stesso. In un programma ideale vedo Maria De FilippiRed RonnieSilvio BerlusconiCarlo Verdone. E ovviamente me stesso nelle vesti di presentatore“.