Bollette, brutte notizie per gli italiani: aumento della luce del 40%

Arrivano brutte notizie per i consumatori italiani. Sono previsti infatti rincari molto alti per le bollette della luce.

Bollette
In arrivo una stangata per i consumatori italiani (Foto di VV1ntermute da Pixabay)

Non si arresta l’aumento del costo delle bollette. Gli italiani rischiano di ricevere una brutta notizia anche ad ottobre. Ad anticipare l’aumento dei costi è il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, che prevede un aumento del 40% in bolletta per ogni famiglia.

Leggi anche-> Postepay PuntoLis, nasce la nuova carta prepagata: come funziona

Un costo molto più alto del 20% rispetto al mese di luglio, che però è stato smorzato grazie agli 1,2 miliardi messi a disposizione dallo Stato. Lo stesso ministro avverte che non è sufficiente tamponare con misure statali, bensì servono interventi strutturali al fine di invertire la tendenza e non avere conseguenze disastrose per l’economia.

Bollette, la ricetta del ministro Cingolani

Bollette
I costi rischiano di essere proibitivi (Pixabay)

L’aumento dell’energia è legato alla contemporanea risalita delle quotazioni del gas, che impattano anche sul prezzo del metano. Anche il costo della C02, ovvero lo smaltimento dell’anidride carbonica prodotta dal settore dell’industria e dalle altre attività produttive.

Leggi anche-> Contributi INPS, esonero per imprese agricole ed autonomi: come fare domanda

Anche il principio del “chi più inquina più paga” ha delle ricadute sulle imprese, soprattutto per quelle che vogliono continuare ad emettere delle sostanze nocive. Per questo esiste un mercato ad hoc con le aste verdi, dove chi è più virtuoso può cedere quote ad altre aziende che ne hanno bisogno. Ecco perché diventano più pressanti le esigenze del Green Deal, in modo da attuare una seria lotta al cambiamento climatico. Come sottolinea il ministro, l’aumento dei costi dell’energia mette a dura prova la competitività delle imprese. Le conseguenze pesano anche sui cittadini, i quali rischiano di vedere erosi i propri risparmi. Ecco perché il ministro afferma: “Queste cose devono essere prese in considerazione perché vanno di pari passo con la transizione ecologica“.