Napoli, ingressi scaglionati per scuola e uffici pubblici: le novità

Anche quest anno a Napoli si è deciso di aprire la scuola e gli uffici pubblici con ingressi scaglionati: tutte le norme anti-Covid.

Scuola
L’istituto Don Bosco-Verdi di Qualiano (foto pagina Facebook)

Il Covid-19 continua ad essere un problema per la vita di tutti i giorni, infatti fin quando non si raggiungerà l’immunità di gregge è difficile pensare ad un allentamento delle restrizioni. Ovviamente la pandemia sta andando a condizionare anche la ripartenza di Scuola e Uffici Pubblici. Anche quest anno studenti, professori e dipendenti dovranno seguire le norme per limitare il contagio da Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, trovata borsa con possibili resti umani: i dettagli della vicenda

La misura che sarà certamente re-introdotta sarà quella degli ingressi scaglionati sia per le scuole che per gli uffici pubblici. Inoltre nelle ultime settimane si è riunito anche un tavolo di coordinamento per decidere le norme sul trasporto pubblico. Infatti proprio il Governo Italiano aveva pensato al Green Pass Obbligatorio anche per il trasporto, proposta che verrà discussa proprio dal premier Draghi. Andiamo quindi a vedere cosa cambia in vista del nuovo anno.

Covid, ingressi scaglionati per Scuola e Uffici Pubblici: novità anche per il trasporto

Scuola
Ingresso negli edifici scolastici al tempo del Covid-19 (Getty Images)

La Prefettura in queste ore ha rilasciato una nota riguardante le novità per il trasporto pubblico. All’interno della nota, infatti, si legge: “Si è concordato di confermare le misure condivise nel documento operativo di pianificazione approvate in seno allo stesso Tavolo per lo scorso anno scolastico“. Così la Prefettura ha deciso di scaglionare l’entrate, con gli alunni che potranno entrare dalle dalle ore 7.45 ed alle ore 9.45. Inoltre i vari orari di entrata potranno così avere un effetto positivo sul trasporto pubblico, evitando quindi assembramenti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, ok dell’Aifa per la terza dose: da chi si inizierà

Inoltre nella stessa nota si legge che la stessa misura è stata presa anche per gli uffici pubblici e le attività imprenditoriali e commerciali. La Prefettura ha rivelato poi di aver concordato un’ulteriore programmazione di servizi aggiuntivi, finanziabili con le risorse previste nella legge di bilancio 2021, per l’adeguato dimensionamento del sistema di trasporto pubblico. Infatti con il rientro in classe degli studenti i mezzi pubblici saranno sempre più affollati e l’imperativo è evitare assembramenti, scongiurando così nuovi focolai Covid.