Vaccino Covid, ok dell’Aifa per la terza dose: da chi si inizierà

Dopo il parere positivo dell’Aifa al via con la terza dose del vaccino contro il Covid 19: da chi si inizierà

vaccino covid
Vaccini (Getty Images)

L’Aifa ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino contro il Covid 19: si inizierà dagli immunodepressi. Per i richiami si useranno i vaccini mRna: Pfizer o Moderna. Sono considerati soggetti immunodepressi i trapiantati, i grandi anziani, gli ospiti delle Rsa e sanitari a maggiore rischio, come ad esempio quelli che lavorano nei reparti Covid.

Saranno queste dunque le categorie che avranno la priorità nella somministrazione della terza dose secondo il parere  della Commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). “Abbiamo le dosi disponibili per garantire la terza“, ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza. 

LEGGI ANCHE —> Legge salva suicidi, cancellazione dei debiti: chi vi può accedere

Vaccino anti Covid, quando verrà somministrata la terza dose

Vaccino Covid
Vaccinazione (via Getty Images)

Nel provvedimento non è stata inclusa la popolazione generale, si attende infatti il parere dell’Ema, dopo la valutazione dei dati forniti dalle aziende produttrici dei suddetti vaccini. La terza dose del vaccino anti-Covid dovrebbe essere inoculata almeno dopo 28 giorni dalla seconda dose, nel caso dei soggetti immunodepressi ed i trapiantati. Il richiamo invece dovrebbe essere effettuato almeno dopo sei mesi per le altre categorie: grandi anziani, ospiti delle Rsa e personale sanitario a rischio. Sarebbe questa l’indicazione contenuta nel parere sulla terza dose elaborato dalla Commissione tecnica scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Un Posto al Sole, anticipazioni 10 settembre: Guido è nei guai

Oggi sono 5.522 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono invece 59, sono 558 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.230. Il tasso di positività è all’1,9 percento, stabile rispetto al 2 percento di ieri.