Napoli, sequestrate t-shirt inneggianti alla Camorra: l’operazione della GdF

La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato delle t-shirt inneggianti alla Camorra. L’operazione è avvenuta nel quartiere di Secondigliano.

Napoli
Le magliette sequestrate a Secondigliano (via Guardia di Finanza)

Continuano le operazioni di contrasto dello Stato alla criminalità organizzata. Infatti pochi giorni fa la commissione antimafia, con una interrogazione rivolta ai Ministri dell’Interno, della Giustizia e dello Sviluppo Economico, ha ripreso una notizia riportata da Il Mattino. Il quotidiano napoletano, infatti, ha denunciato la vendita di t-shirt inneggianti alla Camorra. Inoltre le magliette venivano vendute in alcune bancarelle del quartiere di Secondigliano.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Giugliano, costringe la moglie a prostituirsi e la picchia: 41enne in manette

l Prefetto di Napoli Marco Valentini ha deciso di attivare il Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica. Così è entrata in azione la Guardia di Finanza. I baschi verdi, dopo una serie di controlli a tappeto, è riuscita a sequestrare ben 50 t-shirt che inneggiavano alla criminalità organizzata. In alcuni casi erano presente anche loghi contraffatti, come ad esempio quello della Serie A, e in altri casi una decalcomania di una piovra nera che ghermisce l’Italia con sopra la scritta ‘Camorra’

Napoli, la Guardia di Finanza sequestra magliette inneggianti la Camorra: controlli a tappeto

Napoli
Una macchina delle Fiamme Gialle (Screenshot video)

Questa mattina è entrata in azione la Guardia di Finanza del 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Napoli per prendere in sequestro le 50 t-shirt incriminate. I finanzieri hanno operato nei pressi di Via Roma all’altezza del carcere di Secondigliano. Inoltre giunti sul posto, i baschi verdi hanno notato il comportamento dell’ambulante, che una volta vista la volante ha deciso di darsi alla fuga. Nonostante ciò l’uomo subirà una denuncia per contraffazione marchi e ricettazione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Clan Mazzarella, arrestato Francesco Rinaldi: è figlio dello storico boss

Inoltre le Fiamme Gialle continuano ad indagare proprio per identificare l’uomo. Infatti l’indagine sarà importante soprattutto per individuare le filiere di produzione e distribuzione, anche online, delle t-shirt inneggianti alla camorra. Per questo i militari del 117 hanno invitato i cittadini a denunciare le ulteriori vendite delle magliette in questione specie se sono contraffatte o inneggiano alla criminalità organizzata.