Giugliano, costringe la moglie a prostituirsi e la picchia: 41enne in manette

A Giugliano un uomo di 41 anni costringeva la moglie a prostituirsi e la picchiava. Questa mattina l’arresto dei Carabinieri. 

Giugliano
Carabinieri di Napoli in azione sul territorio (via Screenshot)

Nuova operazione dei carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Giugliano. Infatti i militari sono riusciti a rintracciare nei pressi di San Marcellino un cittadino albanese di 41 anni. L’uomo aveva precedenti penali con la polizia infatti sulle sue spalle grava un provvedimento di custodia cautelare in carcere per i reati di maltrattamenti, estorsione e lesione personale grave.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Clan Mazzarella, arrestato Francesco Rinaldi: è figlio dello storico boss

Inoltre la vittima di questi reati era proprio la moglie del 41enne. Per questo, dopo le evidenze raccolte dalle indagini, la Procura della Repubblica di Napoli Nord ha coordinato un mandato di arresto nei confronti dell’uomo. A svolgere l’operazione, invece, ci hanno pensato i militari della Stazione di Giugliano in Campania. Andiamo quindi a vedere tutti i dettagli dell’arresto nei confronti del cittadino albanese.

Giugliano, l’operazione dei Carabinieri: arrestato 41enne per lesioni e maltrattamenti

Giugliano
Nuova operazione nella provincia di Napoli (via Carabinieri di Napoli)

A coordinare l’arresto del cittadino albanese ci ha pensato la Procura di Napoli. Infatti questa mattina i carabinieri della Stazione di Giugliano hanno messo in manette l’uomo. Per le forze dell’ordine è gravemente indiziato di aver compiuto ripetute condotte violente, sia verbali sia fisiche, nei confronti della moglie. Le violenze sono durate oltre 10 anni, con la donna che veniva costretta a prostituirsi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, sequestrati 3 milioni di prodotti contraffatti: l’operazione

Stando agli inquirenti la donna veniva minacciata costantemente ed in diverse circostanze veniva percossa con una spranga di ferro. Proprio in una di queste violenze, l’uomo aveva provocato una frattura dell’arto alla moglie. Inoltre il 41enne ha cercato fino all’ultimo di sottrarsi dalla cattura, prima di essere localizzato dopo una serrata attività investigativa dei carabinieri. Al momento dell’arresto l’uomo si trovava all’interno di una sala scommesse del centro cittadino.