Napoli, sequestrati 3 milioni di prodotti contraffatti: l’operazione

A Napoli torna ad operare la guardia di finanza, che sequestra oltre tre milioni di prodotti contraffanti. Andiamo a vedere tutti i dettagli.

Guardia di Finanza
Le fiamme gialle a lavoro (via Screenshot)

Torna in azione il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli tra il capoluogo e l’area Metropolitana della città. Infatti i baschi verdi hanno sottoposto a sequestro ben 3.386.000 articoli “non sicuri” e privi delle certificazioni minime di sicurezza e di indicazioni per il consumatore. Infatti in questi prodotti erano anche privi di etichetta con traduzione in italiano.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Pozzuoli, reparto Covid pieno di no-vax: 23 su 24 non sono vaccinati

Operazione più approfondita per il Gruppo della Guardia di Finanza di Nola che ha svolto due operazioni sia a Nola che nella vicina Piscinola. Qui i finanzieri hanno sequestrato altrettanti negozi di articoli per l’illuminazione e prodotti non alimentari gestiti da cittadini cinesi. Infatti durante l’intervento sono ben 3.250.000 i prodotti sequestrati tra quelli elettrici, per l’estetica, per la scuola ed accessori ornamentali.

Napoli, diverse operazioni della Guardia di Finanza: gli interventi

napoli
L’operazione delle Fiamme Gialle (via Guardia di Finanza di Napoli)

Durante le operazioni, la Guardia di Finanza ha potuto rilevare la mancanza delle informazioni necessarie per garantire genuinità e sicurezza. Sempre nella provincia napoletana, il nucleo di Frattamaggiore è intervenuto in un emporio cinese a Caivano sequestrando ben 130mila articoli ad uso domestico non sicuri.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Torre del Greco, arrestato il pusher dei Vip: l’operazione

Infine i “Baschi verdi” del Gruppo Pronto Impiego di Napoli hanno compiuto una nuova operazione contro l’abusivismo commerciale in piazza Carolina, all’angolo di via Chiaia. Infatti questa zona è interdetta al commercio ambulante, con i finanzieri che hanno sequestrato 6mila tra occhiali e cover per cellulari privi di marchi o con marchi palesemente contraffatti.

Nel complesso sono quattro le sanzioni, mentre due persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria e segnalate alla Camera di Commercio per violazioni di natura amministrativa. Tutte queste operazioni rientrano nell’ambito del contrasto all’abusivismo commerciale ed alla repressione del commercio di prodotti contraffatti.