Caserta, il sindaco vieta il consumo di alcool: l’ordinanza

A Caserta dopo gli episodi di violenza degli ultimi giorni, sfociati nell’uccisione di un diciottenne, il Sindaco vieta il consumo di alcool: l’ordinanza.

caserta
Alcool (Pixabay)

Il Sindaco di Caserta Carlo Marino dopo la morte del diciottenne Gennaro Leone, a seguito di una rissa scatenata dalla movida violenta, ha emanato un’ordinanza in cui si vieta il consumo di alcool. Dopo la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutasi ieri, il primo cittadino ha deciso di adottare una linea dura.

Nel dettaglio il provvedimento vieta il consumo di bevande alcoliche tutti i giorni dalle 22 alle 8 in tutti i luoghi pubblici, vietato anche l’asporto dalle 20 alle 8. Inoltre il primo cittadino ha previsto la chiusura dei locali collocati nei luoghi della movida nei weekend alle ore 00.30. Le strade coinvolte sono quelle che comprendono il quadrilatero via Roma, via Unità Italiana, via San Carlo, piazza Vanvitelli, via Gasparri, via C. Battisti. Per gli stessi locali, vige il divieto di diffusione della musica dalle ore 22. Questa è stata la decisione del primo cittadino Carlo Marino, in seguito all’ uccisione, la notte del 29 agosto, del diciottenne Gennaro Leone.

LEGGI ANCHE —> Matteo Bassetti inseguito e minacciato: attimi di terrore per l’infettivologo

Caserta, i funerali di Gennaro Leone

caserta
Carabinieri (via Screenshot)

La città di San Marco Evangelista, in provincia di Caserta, si prepara a dare l’ultimo saluto al giovane Gennaro Leone, il pugile diciottenne ucciso dopo un litigio nella notte tra sabato e domenica in via Vico a Caserta, accoltellato da un coetaneo di Caivano.
Probabilmente i funerali si svolgeranno tra giovedì e venerdì, dopo aver compiuto l’autopsia sul corpo del giovane casertano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Mondragone, gravi episodi di violenza: movida a rischio

Il Sindaco Gabriele Cicala ha manifestato tutta la sua vicinanza ai genitori e familiari della vittima. Inoltre i Carabinieri stanno stringendo sempre più il cerchio intorno al presunto killer, un diciannovenne accusato di omicidio volontario. Le Forze dell’ordine vogliono chiarire se il ragazzo sia arrivato nel cuore della movida di Caserta già armato di coltello.