Matteo Bassetti inseguito e minacciato: attimi di terrore per l’infettivologo

Matteo Bassetti inseguito e minacciato da un no vax: attimi di terrore per l’infettivologo che ha chiesto più tutela da parte dello Stato.

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova (via social)

Momenti di terrore per Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova. L’infettivologo è stato oggetto di minacce nel corso della serata di domenica 29 agosto 2021. Il medico, mentre stava passeggiando, è stato inseguito da un uomo che gli ha rivolto frasi offensive e che ha filmato tutta la scena col suo smartphone. Il 46enne ha raggiunto Bassetti fin sotto casa sua a Genova e ha iniziato ad urlare contro il medico.

LEGGI ANCHE >>> Covid, l’Asl Napoli 1 riporta: “Terapie intensive piene di non vaccinati”

Matteo Bassetti, infettivologo inseguito e minacciato

Matteo Bassetti
L’infettivologo è stato oggetto di un’aggressione (via social)

A quanto pare, il 46enne che ha minacciato Bassetti ha urlato diverse volte: “Ci ucciderete tutti con i vaccini e ve la faremo pagare”. L’infettivologo si è subito allontanato dall’inseguitore per poi chiamare la polizia. Una pattuglia della Digos e una volante sono riusciti poi a fermare l’uomo. Anche un passante che ha assistito a tutta la scena ha confermato la dinamica dei fatti e le ingiurie e le minacce ricevute da Bassetti. L’uomo fermato è un genovese incensurato ed è stato denunciato per minacce gravi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rifiuti, Napoli pronta ad aiutare Roma: riceverà 150 tonnellate al giorno

Sono attualmente in corso di definizione a cura della Digos e della polizia postale gli accertamenti volti all’identificazione degli autori di diversi episodi di ingiurie e minacce nei confronti di Bassetti anche negli scorsi mesi. Insulti non solo via telefono ma anche sulle piattaforme social. Proprio nel corso della giornata di oggi l’infettivologo ha chiesto più tutele da parte dello Stato. “Chiedo di essere maggiormente tutelato dalla magistratura. Bisogna che ci sia un’azione a difesa di chi ha messo la faccia a favore dei vaccini”.