Sanremo 2022, conduzione affidata a Checco Zalone? La verità

Il nome di Checco Zalone torna prepotentemente in relazione alla conduzione del Festival di Sanremo 2022: la verità dietro questo scenario.

Sanremo 2022
Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone, alla Premiere dell’ottavo Roma Film Festival (Getty Images)

L’edizione del Festival appena trascorsa ha riscosso molto successo, soprattutto sui social. Nella conferenza stampa di chiusura, i dirigenti RAI hanno sottolineato un dato: 30 milioni di interazioni totali sulle varie piattaforme. Un processo di ringiovanimento del pubblico da casa che prosegue anno dopo anno e al quale Amadeus e Fiorello hanno contribuito in maniera importante. Quest’anno, in particolare, la coppia ha dovuto fare i conti con una pressione molto maggiore rispetto a qualunque altra edizione. I protocolli da rispettare a causa della pandemia, i diversi imprevisti, l’assenza di pubblico. Tanti fattori hanno contribuito alla scelta da parte della coppia di annunciare la loro mancanza di volontà nel ripetersi una terza volta. Un Ama-ter non ci sarà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Amadeus in estrema difficoltà: salvato da alcuni passanti – VIDEO

Nei giorni immediatamente successivi a questa notizia, sul web ma anche sui giornali sono state fatte diverse teorie. C’è chi ipotizzava una conduzione affidata ad Alessandro Cattelan (CLICCA QUI per leggere i dettagli), chi pensava che la RAI volesse andare sul sicuro cedendo momentaneamente le “chiavi” dell’Ariston a Mara Venier (CLICCA QUI per saperne di più). Tra le ipotesi che prendono quota e che ricorrono spesso quando si tratta di scovare i nuovi conduttori del Festival c’è anche quella di Checco Zalone.

Sanremo 2022, una conduzione affidata a Checco Zalone è possibile?

Sanremo 2022
Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone, alla Premiere dell’ottavo Roma Film Festival (Getty Images)

Luca Pasquale Medici, in arte Checco Zalone, ha le competenze musicali ed artistiche per poter affrontare un’impresa del genere. Oltre ad interpretare il personaggio fuori dagli schemi che tanto amano gli italiani, l’attore ha dimestichezza con il mondo della musica. Famosissime le sue imitazioni di Jovanotti, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Vasco Rossi, Eros Ramazzotti. Insomma, avrebbe a disposizione un repertorio molto vasto e contatti importanti per un’edizione del Festival di Sanremo da incorniciare. C’è, però, un particolare che in molti sottovalutano e che fa la differenza: la volontà dell’artista.

LEGGI ANCHE >>> Bianca Guaccero, ricevuta una notizia dalla Rai: cosa le accadrà

“Non ho il coraggio di andare all’Ariston, è un palco difficilissimo”, aveva raccontato nel 2019 nel corso di in un’intervista rilasciata alla trasmissioni I Lunatici, in onda su Radio 2. Il comico pugliese, infatti, aveva già svelato in passato il motivo per il quale a Sanremo non c’era mai stato. L’ipotesi di vederlo in conduzione, seppur molto affascinante per i tanti fan che lo seguono, resta remota.