Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 21 gennaio

Il bollettino coronavirus della Regione Campania di oggi 21 gennaio. I numeri e i dati aggiornati su contagi positivi, morti e guariti.

bollettino coronavirus Campania
La situazione coronavirus in Campania

Regione Campania, 107.744 dosi di vaccino anti Covid somministrate: si tratta dell’89,9% delle 119.875 consegnate. Dalla prossima settimana i ritardi da parte di Pfizer rallenteranno notevolmente la campagna delle vaccinazioni, che in Campania si era rivelata un’eccellenza. Ritmi serratissimi, al netto di alcuni disagi nei primissimi giorni a causa di un’organizzazione non ottimale. Nei giorni successivi la Regione si è distinta come la più attiva del nostro Paese nella somministrazione delle prime dosi del farmaco, superando più volte la percentuale del 100% delle dosi (e quindi sfruttando anche la sesta di ciascuna fiala). I ritardi Pfizer – come detto – vedranno penalizzata la Campania molto più di altre Regioni. Un criterio di distribuzione, quello adottato dal commissario per l’emergenza coronavirus Arcuri, che ha scatenato la protesta del presidente Vincenzo De Luca.

LEGGI ANCHE –> Vaccini in Campania, dosi dimezzate: la protesta di De Luca

Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi

bollettino coronavirus Campania
Napoli e il Vesuvio (Getty Images)

Il bollettino Regione di oggi: 1215 positivi, 15.473 tamponi (di cui 1300 antigenici), 40 morti (20 deceduti nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza ma registrati ieri) e 863 guariti.

Focus sui positivi: 48 casi identificati da test antigenici rapidi; 1072 asintomatici e 95 sintomatici (categorie che si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare).

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva: 656 disponibili, 100 occupati (+0 rispetto a ieri).
Posti letto di degenza: 3160 disponibili tra posti letto Covid e offerta privata, 1440 occupati (-8 rispetto a ieri).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Regione Campania (@regione.campania)


LEGGI ANCHE –> Sorrento, autopsia per la balena spiaggiata: mistero sulla morte

Questione scuola e didattica in presenza

Da oggi la didattica in presenza in Campania è ripresa anche per le classi di quarta e quinta elementare. L’ordinanza regionale firmata dal presidente De Luca è stata sospesa dal Tar, stabilendo l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola primaria.

Una notizia che ha reso necessario un chiarimento da parte della Regione per quanto riguarda invece la questione scuola secondaria. Ecco la breve nota diffusa: “Con riferimento alla scuola Secondaria di I Grado (scuola media), si chiarisce che fino al 23 gennaio restano efficaci le decisioni contenute nell’ordinanza regionale n.2/2021, quindi resta sospesa ogni attività in presenza, salve le ipotesi già previste dalla stessa ordinanza regionale (alunni con bisogni educativi speciali o con disabilità)”.

LEGGI ANCHE –> Scuole Campania, il Tar autorizza la didattica in presenza

Per le scuole secondarie (medie e superiori) si provvederà ad ulteriori verifiche della situazione epidemiologica del territorio per valutare l’eventuale ritorno in presenza. Da aspettarsi, comunque, una ripresa graduale della didattica tra i banchi, suddivisa per anni scolastici.