Caserta, proteste dei ristoratori: blocco dell’autostrada

Caserta, proteste dei ristoratori che marciano a bassa velocità verso Roma contro le restrizioni. Disagi a Capua e Caianello

Proteste ristoratori
Foto Twitter @anuzzo_official

I ristoratori sono una delle categorie più duramente colpite dalle restrizioni imposte dal governo per arginare il contagio del Covid. Questa mattina alcuni di loro hanno bloccato gli svincoli di Capua e Caianello, nella provincia di Caserta.

Nel nuovo Dpcm potrebbero esserci obblighi ancora più duri. Oggi l’asporto è consentito fino alle ore 22.00 ma con le nuove norme allo studio l’orario potrebbe essere anticipato alle 18.00.

Nel volantino di protesta diffuso, i ristoratori si sono dati appuntamento questa mattina alle 9 presso l’area di servizio di Teano. Da lì in marcia a bassa velocità verso Roma per creare disagio e far sentire la propria voce al governo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Crescenzio Sepe, l’ex cardinale di Napoli è positivo al Covid

Proteste dei ristoratori, venerdì 25 in programma #IoApro

I lavoratori della categoria sono sul piede di guerra. Per venerdì 15 gennaio è in programma un’altra iniziativa a livello nazionale, rilanciata sui social con l’hashtag #IoApro. Com’è noto fino alle ore 18.00 bar e ristoranti possono effettuare il servizio a tavolo. Da quell’ora è consentito solo asporto (fino alle 22.00) e consegne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, accoltella la sua ex 17enne: non accettava la fine della relazione

Alle 18.00 del 25 gennaio molti ristoratori hanno annunciato che non abbasseranno le saracinesche. Violeranno di proposito le norme ora in vigore e sono pronto ad affrontare le conseguenze come le salate multe previste.