Zingaretti, morta la madre: aveva 85 anni, da bambina sfuggì ai nazisti

Lutto in casa Zingaretti: è morta la madre Emma. 85 anni per la mamma del segretario del Pd, dell’attore celebre interprete di Montalbano e della sorella Angela.

Zingaretti madre
Zingaretti (Getty Images)

Lutto per Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico. La madre Emma Di Capua è morta questa mattina a Roma all’età di 85 anni, riferisce l’agenzia Ansa. Ne piangono la scomparsa oltre al governatore della Regione Lazio, anche gli altri due figli Luca (celebre interprete del commissario Montalbano nell’omonima fiction Rai) e Angela. La donna era malata da tempo.

LEGGI ANCHE –> Renzi, Immuni promossa: “Ma non si può aspettare cinque giorni per un tampone”

Morta la madre di Zingaretti: da bambina sfuggì ai nazisti

Madre Zingaretti

Emma, conosciuta come Mimmi, veniva da una famiglia ebraica della Capitale. A soli sette anni riuscì a sfuggire ai rastrellamenti nazisti dell’ottobre 1943. Salva per caso, assieme alla sorella e ai suoi genitori. Sua nonna Ester, invece, fu deportata ad Auschwitz e lì morì pochi giorni dopo.

LEGGI ANCHE –> Inps, nuovo concorso dopo 13 anni: 165 nuovi posti di lavoro


Zingaretti ieri ai microfoni del Corriere della Sera aveva lanciato la sfida alla Lega di Matteo Salvini: “Il Pd diventerà il primo partito, io resterò governatore fino al 2023”. Un progetto importante e chiaro quello del governatore della Regione Lazio: “Ripristinare il bipolarismo con sistema proporzionale e sbarramento al 5%: quella soglia spinge al voto utile, e noi possiamo diventare il primo partito italiano, il perno di ogni possibile maggioranza anti-sovranisti”.

Il Partito Democratico ha avuto un ruolo fondamentale nella formazione dell’ultimo esecutivo, rivendica Zingaretti. Il segretario non ha intenzione di mollare di un centimetro: “Ho girato 140 piazze elettorali quando nessuno della maggioranza ci metteva la faccia. Con i nostri voti abbiamo fatto una trasfusione di sangue al governo. Adesso non vorrei che si approfittasse della ritrovata stabilità per prendersela comoda. Possibile che stiamo ancora a perdere tempo sul Mes? Voglio dirlo chiaro: l’obiettivo su cui si gioca questa alleanza di governo non è più l’elezione del prossimo capo dello Stato, come si poteva ancora immaginare a gennaio, ma il Recovery plan e la ricostruzione del Paese.

LEGGI ANCHE –> Nuovo Dpcm in arrivo, la bozza del decreto: tutte le novità