Inps, nuovo concorso dopo 13 anni: 165 nuovi posti di lavoro

Nuovo concorso dell’Inps per la prima volta dopo 13 anni. Il bando prevede l’assunzione di 165 operatori informatici: i dettagli.

Inps Nuovo Concorso
L’Istituto Nazionale della Previdenza lancia il bando (WebSource)

La notizia trapelava da giorni ed oggi è arrivata la conferma. Per la prima volta dopo 13 anni, l’Inps decide di lanciare un nuovo concorso, il secondo annunciato in due giorni dopo quello dell’Agenzia delle Dogane. L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha così lanciato il bando per ben 165 posti di lavoro per informatici, che andranno a sostituile coloro prossimi alla pensione.

L’ufficialità del concorso è arrivata proprio con una nota sul sito dell’Inps, in cui l’istituto ricorda che sono stati programmati ulteriori fabbisogni di personale sia nel 2020, che nel 2021. Inoltre anche il prossimo concorso che annuncerà l’Istituto sarà per coloro che andranno a sostituire i lavoratori in uscita. In pratica ci saranno nuove assunzioni, ma il numero d’organico dei lavoratori all’Istituto rimarrò pressochè invariato.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Il Coronavirus torna a mietere vittime in Irpinia: morto 71enne al Moscati

Inps, presentato il nuovo concorso: la nota sul sito

Inps Nuovo Concorso
La nota sul sito dell’Istituto (WebSource)

Come abbiamo anticipato, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha annunciato il nuovo bando di concorso con una nota sul proprio sito. Infatti nella nota si legge che si tratterà di medici, avvocati, amministrativi e informatici, che saranno assunti per un turn-over di circa 4000 unità.

Inoltre sempre secondo l’Inps, la pianficazione gestionale sarà fondamentale per evitare grossi deficit di competenze, che potranno essere causati proprio da turnover e da nuove necessità operative dell’Istituto. Ma soprattutto, il concorso servirà per accellerare il processo di modernizzazione dei servizi pubblici.

L’Istituto, sul proprio sito, ha concluso la nota con una precisazione per quanto riguarda la programmazione dei fabbisogni. Infatti, proprio quest’ultima, è stata approvata dal Cda ed è attualmente al vaglio dei ministeri vigilanti, con l’Istituto che precisa: “E’ punto di partenza per quel necessario incremento di risultati ed efficientamento dell’Inps, teso a supportare la produttività del Paese nel presente e nel futuro“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Russia, uomo si dà fuoco in strada: “Buon compleanno Putin”

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Cronaca Italiana, CLICCA QUI !