Digitale terrestre, cambiano numerazioni: la lista per trovare i canali

È in atto il cambiamento delle frequenze dei canali tv: tutte le modifiche riguardanti le numerazioni dei canali del digitale terrestre.

L’Italia sta entrando nell’era del DVB-T2: il secondo step del digitale terrestre nel nostro Paese. In questa fase stiamo ancora assistendo al cambiamento delle frequenze, quindi in tutta la penisola è in atto la “rivoluzione”. I tempi, ormai, sono maturi. Ci troviamo nei giorni finali del mese di febbraio e tutto il processo si concluderà entro il 30 giugno.

digitale terrestre
Un monitor con lo schermo nero e la scritta “TV” bianca (via screenshot)

Fino a quel momento, però, intercorrono altri diversi step. Uno su tutti arriverà il prossimo 8 marzo. Tra poco più di una settimana, quindi, assisteremo a delle novità. In quella data, in particolare, avverrà il cambio di codifica delle emittenti nazionali: da MPEG-2 a MPEG-4.

Le reti maggiormente interessate saranno proprio le principali: Rai, Mediaset e La7 su tutte. In un altro articolo abbiamo affrontato la questione delle difficoltà di alcune emittenti che, purtroppo, a fronte di questo cambiamento, rischiano letteralmente di sparire. Per saperne di più: clicca qui.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Digitale terrestre: tutto quello che devi sapere sul cambio delle numerazioni dei canali tv

digitale terrestre
Un telecomando per poter cambiare canale (via screenshot)

Nell’attesa che avvenga il definitivo passaggio, il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso note le attribuzioni delle numerazioni (quelle automatiche) dei canali di rilevanza nazionale (LCN). Si tratta di modifiche sostanziali ed importanti perché sono quelle rilevate nel momento in cui si prova ad effettuare la ricerca dei canali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Barbara d’Urso, preoccupante gaffe: “L’ho dimenticata”. Imbarazzo totale

Stiamo parlando, ovviamente, delle assegnazioni automatiche al momento della sintonizzazione. Non bisogna dimenticare, però, che esiste la possibilità di rimodellare la lista. Attraverso il menù che si trova nelle impostazioni sia dei vari decoder che delle TV è possibile modificare l’ordine a proprio piacimento. C’è da ricordare, ovviamente, che i cambiamenti manuali effettuati andrebbero persi nel caso in cui si procedesse ad una nuova sintonizzazione automatica della propria tv o decoder.

LEGGI ANCHE >>> Alfonso Signorini, pianto disperato: non se lo sarebbe mai sognato

Per la tabella completa ti consigliamo di guardare l’elenco completo fatto dal Ministero dello Sviluppo Economico: per visionarla CLICCA QUI. “Attribuzione della numerazione automatica dei canali con riferimento ai servizi di media audiovisivi a diffusione nazionale in chiaro”, è l’intestazione della pagina sulla quale sarete indirizzati.