Quando calerà il prezzo del gas: la fine è vicina

Il rincaro del prezzo del gas è una vera e propria stangata per le famiglie italiane: quando calerà il costo? La fine sembra vicina.

La fine del 2021 ha portato con sé una brutta notizia relativa agli aumenti sulle bollette di luce e gas. Un sovrapprezzo che arriva fino al 30% per l’energia e fino al 15% per il gas. A nulla è bastato il cosiddetto “intervento tampone” del Governo. Si tratta di un rincaro che potrebbe far arrivare bollette salatissime: anche 145 euro in più rispetto all’anno precedente.

gas
Un fornello acceso (via pixabay)

La situazione pandemica ha già peggiorato le condizioni di tantissime famiglie che, purtroppo, in molti casi, hanno dovuto far fronte a delle vere e proprie batoste. I locali chiusi ed il contatto umano limitato hanno costretto molti datori di lavoro a fare delle scelte pur di non chiudere le attività.

Tantissimi padri e tantissime madri, di punto in bianco, hanno dovuto far fronte ad un licenziamento o ricorrere alla cassa integrazione. Adesso che la situazione di emergenza sembra rientrare leggermente, le prospettive cominciano a diventare leggermente più floride.

Sicuramente i rincari in bolletta, però, non aiutano in tal senso. Delle uscite molto più esose rispetto allo scorso anno che per le famiglie rappresentano un duro colpo in questo momento. La fine del calvario sembra fortunatamente essere vicina.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Quando calerà il prezzo del gas?

gas
I fornelli del gas accesi (via pixabay)

A confermare la speranza che questa situazione di disagio possa finire presto è il ministro per la transizione ecologica, Roberto Cingolani. Nel corso della conferenza stampa della Pre-Cop26 di Milano, ha spiegato che entro il primo trimestre del 2022 ci si aspetta l’apertura di nuove tubature. Questo permetterebbe di diminuire notevolmente il carico sulle famiglie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uomini e Donne, Gemma sorprende tutti in studio: mossa inaspettata

L’abbassamento dei prezzi potrebbe arrivare a partire dalla primavera, quindi dal secondo trimestre di quest’anno. In ogni caso, Cingolani ha voluto ribadire fermamente che il Governo è al lavoro per cercare di offrire delle alternative valide al gas.

LEGGI ANCHE >>> Enrico Papi torna protagonista: nuovo programma in Mediaset

In tal senso, continua lo sforzo sulle energie rinnovabili che consentirebbero un duplice beneficio: meno spese per le famiglie italiane e maggior guadagno per il pianeta in termini di sostenibilità. Un passaggio che, però, richiede del tempo perché le nuove tecnologie al momento costano parecchio. Bisognerà attendere, quindi, almeno la primavera per un abbassamento del costo del gas.