Facebook in crisi, l’azienda è preoccupata: ora cosa succederà?

Facebook sembra essere in totale crisi visti i recenti risultati e questo potrebbe portare ad una sconvolgente decisione

Tra i social presenti sul web, negli ultimi anni sembra sempre più in calo Facebook. Il social network di Mark Zuckerberg sembrerebbe aver perso appeal rispetto agli altri competitors: un dato preoccupa i vertici dell’azienda.

Facebook
Il social network blu in palese difficoltà (Via Screenshot)

Tra tutti i social presenti sul mercato, Facebook è quello in netta difficoltà. A dimostrarlo è l’annuncio dei risultati trimestrali del Q4 2021. Proprio in occasione dell’evento Meta ha annunciato che gli utenti attivi giornalieri su Facebook sono leggermente diminuiti negli ultimi due trimestri dello scorso anno. Infatti in questo periodo gli utenti attivi sono calati da 1,93 a 1,929 miliardi.

Questo è un vero e proprio cambiamento epocale. In diciotto anni di vita, infatti, il social network non aveva riportato un calo degli utenti attivi su base quotidiana. Per molti invece il cambiamento potrebbe essere minuscolo ed impercettibile, ma secondo gli analisti il problema è più grave del previsto. Andiamo quindi a vedere cosa potrebbe cambiare per l’azienda nei prossimi mesi.

Facebook, calano gli utenti attivi: segnali preoccupanti per il colosso

facebook
Calano per la prima volta gli utenti attivi del social (Via Screenshot)

Il minuscolo ed impercettibile cambiamento è un vero e proprio segnale d’allarme per gli analisti del social network. Infatti questi ultimi sottolineano che potremmo essere di fronte ad un vero e proprio cambio di guardia. Secondo la relazione rilasciata dai vertici di Facebook il calo sarebbe avvenuto nel “Resto del Mondo“, vale a dire America Latina ed Africa.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Platinare un videogioco: come si fa?

Secondo CNBC questo è seriamente il primo calo di sempre dell’azienda. Infatti Facebook non ha raggiunto la soglia degli 1,95 miliardi di utenti attivi giornalieri che si era prefissata per l’ultimo trimestre dell’anno. A questo punto i vertici dell’azienda sono chiamati a capire i motivi di questo primo crollo del social network.

LEGGI ANCHE >>> Twitter, ora è possibile farlo: l’aggiornamento rivoluziona l’app

In molti sono pronti a puntare il dito contro la concorrenza sempre più agguerrita di TikTok, pronta a prendersi anche il primato di utenti attivi all’interno della piattaforma. Dietro al calo di Facebook, però, potrebbe esserci anche la disinformazione dilagante sul Covid-19 o i numerosi scandali con cui Meta ha dovuto avere a che fare negli ultimi anni. Insomma l’applicazione ad oggi ha bisogno di essere rinnovato, visto che l’appeal sta andando sempre più a calare.