Benzina e diesel, i prezzi continuano a salire: nuova stangata

Non si ferma, purtroppo, la crescita del prezzo del diesel e della benzina. Infatti è previsto a breve un nuovo rincaro: cosa succede. 

Nuovi rincari in arrivo per i benzina e diesel. La crescita dei prezzi non si arresta, con una nuova stangata in arrivo per tutti i cittadini italiani. Andiamo quindi a vedere cosa succederà nei prossimi giorni.

Benzina
Un distributore di benzina (Via Pixabay)

I prezzi di benzina e diesel continuano a salire e cresce l’allerta lanciata da parte dell’Unione Nazionale dei Consumatori sui prezzi della benzina e del diesel in Italia. Il rincaro non colpisce solamente il bilancio delle famiglie ma anche le imprese, che quindi dovranno subire un nuovo aumento dei costi dei trasporti. È preoccupante l’ultimo report del ministero della Transizione Ecologica. Infatti secondo i dati settimanali la benzina in modalità self service raggiunge 1,797 euro al litro e il gasolio 1,667 euro al litro.

Valori così alti per la benzina non si raggiungevano dall’11 marzo 2013. A parlare sul nuovo rincaro ci ha pensato Massimiliano Dona. Il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori che ha mostrato tutta la sua preoccupazione anche se la benzina ancora deve superare il prezzo di 1,804 euro al litro. I prezzi record, inoltre, riguardano anche il Gasolio che non costava così tanto dal 23 settembre 2013 quando il prezzo era pari a 1,678 euro al litro. Andiamo quindi a vedere tutti i dettagli sul nuovo rincaro.

Benzina e Diesel, aumenta il prezzo del pieno: tutti i dati

Benzina
Una pompa di benzina (Via Pixabay)

Nel corso del suo report, Dona ha anche sottolineato che sta aumentando il prezzo del pieno sia della benzina, che di del diesel. Infatti il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori ha rivelato: “In una sola settimana il rincaro, per un pieno da 50 litri, è di circa 1 euro, 90 cent per la benzina e 1 euro e 1 cent per il gasolio. In un mese esatto, dall’inizio dell’anno, un litro di benzina è aumentato di 7,71 cent, pari a 3 euro e 86 cent a pieno, il gasolio di 8,2 cent, equivalenti a 4 euro e 10 cent per un rifornimento, pari a, rispettivamente, 93 e 98 euro su base annua“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Green Pass obbligatorio anche per Poste Italiane: le modalità di accesso

Lo scorso febbraio 2021 la benzina era pari a 1,480 euro al litro e il gasolio a 1,351 euro al litro. Mentre invece il costo di un pieno di 50 litri è salito di 15 euro e 84 centesimi sia per la benzina che per il gasolio. Il balzo enorme, infatti, è pari a ben 380 euro l’anno, sia per la benzina che per il gpl.

LEGGI ANCHE >>> Tutte le scadenze fiscali previste per febbraio 2022: il calendario completo

Proprio a causa di questi aumenti, le famiglie italiane, ma anche le imprese hanno quindi chiesto un intervento al Governo Italiano. Una sollecitazione riportata anche dall’associazione che con un comunicato ha affermato: “Il Governo non può più lavarsene le mani. La benzina, al pari di luce e gas, sta innescando una spirale inflazionistica molto pericolosa, con effetti nefasti per il potere d’acquisto e i consumi delle famiglie, e quindi per la ripresa in corso“. Il comunicato quindi si conclude con l’associazione che chiede di ridurre le accise di almeno 20 centesimi.