Truffa INPS, succede tutto online: il messaggio non è autentico!

Truffa INPS ai danni degli italiani: l’Istituto di Previdenza Sociale mette in guardia. Accade tutto online con un messaggio che inganna.

Gli utenti rischiano di rimanere vittima di una brutta truffa, bisogna fare molta attenzione se si riceve questo messaggio via mail perché non è autentico. L’INPS chiarisce come stanno le cose e mette in guardia.

Inps
La truffa in questione

L’Istituto nazionale ha raccolto in un dossier tutte le segnalazioni di tentativi di truffe, informatiche e non, che giungono all’INPS da parte degli utenti. Malintenzionati approfittano del ruolo centrale dell’INPS all’interno del welfare italiano per spacciarsi per rappresentanti l’Istituto e attraverso mail, sms, telefonate o persino presentandosi personalmente alle porte degli utenti, carpire e sottrarre dati personali e sensibili.

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha evidenziato come truffatori hanno approfittato delle misure introdotte in questo periodo di emergenza sanitaria e socioeconomica causata dal Covid per arginare gli effetti economici più deleteri della pandemia per provare a sottrarre, con false comunicazioni, dati personali e sensibili agli utenti.

INPS: la truffa che fa scattare l’allarme

inps
Istituto Nazionale Previdenza Sociale

È molto importante ricordare che l’INPS non acquisisce in alcun caso, telefonicamente o via email ordinaria, dati sensibili, coordinate bancarie o altri dati che permettano di risalire a informazioni finanziarie. Inoltre, tutte le informazioni sulle prestazioni sono consultabili esclusivamente accedendo al sito istituzionale.

LEGGI ANCHE –> Non solo Bitcoin, c’è un’altra cripto schizzata a +1300% nel 2021: qual è 

INPS per motivi di sicurezza, non invia mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili. Truffe di phishing a cui fare molta attenzione, l’Istituto ha pubblicato un esempio di queste false mail che gli utenti hanno ricevuto nelle ultime ore.

LEGGI ANCHE –> Bonus terme prorogato fino al 31 marzo: il trucco per non farselo scappare

Analizziamo la mail falsa: il mittente risulta Ufficio – INPS con oggetto notificazione di atti. Nel corpo della lettera si fa riferimento ad un importo totale di 615 euro che è possibile per l’utente recuperare. Un rimborso per cifre maturate nell’arco dell’anno 2021. Chi invia la mail truffa finge di avere già provato ad effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, ma l’operazione non è andata a buon fine perché i dettagli bancari in possesso risultano errati o incompleti. Per questo motivo si richiede di completare il processo inserendo i propri dati personali e bancari sulla pagina dedicata. Il sito a cui il link rimanda è una truffa: si invita e si raccomanda a non comunicare dati sensibili se non su portali certificati e ufficiali.