Caro Bollette, gli aiuti del Governo non bastano: come stanno davvero le cose

Il Governo in questi mesi sta erogando numerosi aiuti per venire incontro al caro bollette, ma questi coprirebbero solo il 6%: i dettagli.

Si continua a discutere del caro bollette che sta colpendo gli italiani in questi mesi. Infatti seppur il Governo sia intervenuto con degli aiuti, questi coprirebbero solamente il 6% del caro prezzo: l’annuncio della Cgia.

Caro Bollette
L’annuncio del sindacato spaventa gli utenti (via Screenshot)

In questi mesi i cittadini italiani stanno subendo il caro bollette. Il Governo italiano quindi ha deciso di venire incontro con degli aiuti. Infatti nel primo trimestre ha già erogato 5,5 miliardi di euro di aiuti a famiglie e imprese contro il caro bollette. Secondo gli annunci dei sindacati, però, la somma sarebbe comunque insufficiente e non in grado di venire incontro alle famiglie italiane.

Infatti sebbene i costi siano mitigati, le bollette continuano a costare troppo per le famiglie italiane. Inoltre gli aiuti non riuscirebbero a coprire osti addizionali per gli utenti domestici e non. A rilevare il tutto ci ha pensato la Cgia. Secondo il sindacato: fronte di un rincaro di luce e gas che per il 2022 ammonta complessivamente a 89,7 miliardi, il tasso di copertura supera di poco il 6%. Andiamo quindi a vedere i dati riportati dalla Cgia nella sua ultima inchiesta.

Caro bollette, i dati della Cgia: gli aiuti non coprono i rincari

CaroBollette
Crescono i prezzi delle bollette luce e gas (Foto: Pixabay)

Secondo quanto riportato dalla Cgia il rincaro energetico sarà di 89,7 miliardi. Infatti questi saranno divisi in 30,8 miliardi in capo alle famiglie e 58,9 miliardi alle imprese. Il Governo Draghi ad oggi è riuscito ad approvare aiuti per mitigare i costi sempre più crescenti dell’energia. Infatti le serie di aiuti per mitigare i costi hanno visto la nascita di provvedimenti da 10,2 mld: 4,7 erogati per la seconda parte del 2021, altri 3,8 sono stati introdotti con la legge di Bilancio 2022 a cui si sommano 1,7 mld stanziati ieri per decreto.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Reddito di Cittadinanza, bonus a chi assume i percettori: tutti i dettagli

Quindi la percentuale di abbattimento dei costi per famiglie ed imprese è del solo 6%. Ci sarà quindi bisogno di nuove risorse per calmierare le bollette energetiche. Ad oggi infatti nemmeno molte attività imprenditoriali non reggono questi aumenti di costi. Inoltre i soldi pubblici risparmiati dovranno servire a pagare le Casse Integrazioni e l’indennità di disoccupazione ai lavoratori che si perderanno il posto.

LEGGI ANCHE >>> Bonus casalinghe 2022: i requisiti e come ottenerlo

Sempre secondo la CGIA nella scorsa settimana sono quasi 1,8 milioni gli addetti che lavorano nei settori cosiddetti energivori. Se questi aumenti continueranno nel corso del 2022, si potrebbe arrivare a fine anno con oltre 500mila lavoratori a rischio, che appunto potrebbero rimanere temporaneamente a casa.