Bonus casalinghe 2022: i requisiti e come ottenerlo

Bonus casalinghe 2022 | Il Ministero della Pari Opportunità ha previsto una misura per arginare le disparità di genere: tutti i dettagli 

Il Ministero delle Pari Opportunità per colmare il divario di genere ha destinato un bonus per le casalinghe e i casalinghi. L’obiettivo è quello di accrescere la formazione e l’inclusione sociale di donne e uomini che esercitano attività domestica.

Bonus Casalinghe
Un nuovo strumento arriva a tutela delle casalinghe (via web)

In tal caso, però, gli aventi diritto non beneficeranno di nessun assegno mensile, ma potranno godere di un fondo per la formazione digitale. Il Decreto Agosto 2020 ha stanziato delle risorse pari a tre milioni di euro per accrescere le opportunità di lavoro per quei soggetti che praticano delle attività senza ricevere alcun tipo di remunerazione, purché iscritte all’Assicurazione obbligatoria per il lavoro svolto in ambito domestico.

Bonus casalinghe 2022: tutto quello che c’è da sapere

Bonus casalinghe
La misura si concretizza in crediti per corsi di formazione e reinserimento nel mondo del lavoro (via web)

Si potrà presentare domanda entro il 31 marzo 2022 e saranno ammessi al finanziamento gli enti pubblici, privati e associazioni. Entro questa data gli aventi diritto potranno inoltrare la propria proposta a pena di inammissibilità. Tuttavia, tali percorsi di formazione saranno dedicati soltanto ai soggetti in regola con il pagamento della polizza assicurativa INAIL contro gli infortuni domestici, che scadrà il 31 gennaio 2022.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Netflix, nuova stangata per gli utenti: in molti pronti a disdire l’abbonamento

I progetti da portare a termini in un arco di tempo pari a dodici mesi, dovranno avere ad oggetto l’offerta di percorsi di formazione in campo digitale. Tutto ciò avverrà mediante la somministrazione dei corsi esclusivamente in modalità telematica. Tali eventi formativi saranno incentrati principalmente sull’ottenimento di conoscenze come:

  • individuare le fake news
  • realizzare contenuti digitali
  • ricercare dati sui vari motori di ricerca
  • apprendere semplici regole di copyright
  • archiviare dati su piattaforme cloud
  • imparare l’utilizzo di email, chat e social network
  • installare o disinstallare programmi sul pc
  • verificare la connessione internet

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Cristiano Malgioglio rifiuta la proposta di Mediaset: a cosa ha detto ‘no’

  • acquisire un approccio risolutivo ai problemi del computer
  • accrescere la conoscenza sulla sicurezza
  • imparare a proteggere i propri dispositivi, i propri dati e la propria privacy in tutti gli spazi digitali
  • conoscere i servizi online per il cittadino, a partire dall’utilizzo di SPID, dei pagamenti digitali e delle piattaforme pubbliche quali l’INPS o l’Agenzia delle Entrate
  • conoscere e gestire strumenti digitali in grado di migliorare l’organizzazione e la gestione del budget domestico