Bonus partita Iva 2022, contributi fino a 800 euro: come fare domanda

Tra le varie misure contenute nella legge di Bilancio è presente anche un bonus partita Iva per il 2022: tutto quello che c’è da sapere 

Nella legge di Bilancio 2021 è presente anche un bonus Partite Iva. Si tratta di una misura rivolta ai liberi professionisti, inclusi anche i partecipanti agli studi associati o società semplici, iscritti alla Gestione separata che svolgono un lavoro autonomo.

Bonus partita iva 2022
Bonus partita Iva 2022  a favore dei liberi professionisti(Fonte: Getty Images)

Fa riferimento al biennio 2022-2023 e agli aventi diritto verrà concesso una quota per 6 mesi. Viene definito anche bonus indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro) e possono goderne i lavoratori non titolari di pensione e che non percepiscono il reddito di cittadinanza.

Bonus partita Iva 2022: a chi spetta e i requisiti per ottenerla

bonus partita Iva 2022
Come ottenere il bonus partita Iva (Fonte: Getty Images)

Per poter ottenere tale agevolazione è necessario che il reddito prodotto nell’anno precedente alla presentazione della richiesta sia:

  • inferiore al 50% della media dei redditi da lavoro autonomo realizzati nei tre anni precedenti
  • pari o inferiore a 8.145 euro

Inoltre, è necessario:

  • aver regolarmente versato la contribuzione previdenziale obbligatoria;
  • essere titolari di partita Iva attiva da almeno quattro anni, alla data di presentazione della domanda

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> YouTube ha deciso di tagliarle i contenuti originali: la mossa a sorpresa

Il contributo corrisponde al 25% dell’ultimo reddito da lavoro autonomo certificato dall’Agenzia delle Entrate, su base semestrale. Per esempio, a fronte dell’ultimo reddito annuo certificato pari a 5.000 euro, tale importo verrà diviso per due ( 5.000/2 = € 2.500) e poi moltiplicato per il 25 per cento ( 2.500 x 25%/100 = € 625). La quota, dunque, sarà pari a 625 euro al mese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> I supermercati più convenienti per fare la spesa: sai qual è il migliore?

In ogni caso, l’importo mensile non può essere inferiore a 250 euro e non può superare gli 800 euro. Si potrà beneficiare dell’agevolazione a partire dal giorno successivo a quello della presentazione della domanda. Inoltre, si potrà accedere a tale misura per una sola volta nel triennio 2021-2023. La richiesta può essere presentata all’Inps, esclusivamente, in modalità telematica. Per potere accedere sulla piattaforma, sarà necessario essere in possesso dello Spid, della Carta di identità elettronica (Cie) o della Carta nazionale dei servizi (Cns). I termini per poter presentare la domanda sono rispettivamente il 31 ottobre del 2022 e il 31 ottobre del 2023. La richiesta, in alternativa, può essere inoltrata al sito web, attraverso il servizio di Contact Center integrato, chiamando al numero verde 803 164 da rete fissa oppure al numero 06 164164 da rete mobile.