Criptovalute, l’app di messaggistica apre ai pagamenti: novità sensazionale

Le criptovalute continuano ad entrare nella nostra vita quotidiana. Adesso anche un’applicazione di messaggistica apre ai pagamenti.

Non si ferma la scalata delle criptovalute nella nostra vita quotidiana. Le monete virtuale sono sempre di più e soprattutto sono sempre di più le piattaforme che consentono i pagamenti con questo tipo di valuta. Adesso anche una nuova piattaforma di messaggistica è pronta ad introdurre questo tipo di transazione al suo interno dopo WhatsApp. Stiamo parlando di una delle sue acerrime rivali, ossia Signal.

Criptovalute
I pagamenti adesso sono ammessi anche su un’altra piattaforma (via Screenshot)

Come abbiamo anticipato Signal è una delle rivali più agguerrite concorrenti di WhatsApp, per quanto riguarda i servizi di messaggistica istantanea. Negli ultimi anni la sua popolarità è cresciuta a dismisura, proprio grazie alla sua sicurezza. Infatti questa sfrutta i protocolli di crittografia che servono a mantenere riservata la comunicazione fra gli iscritti, a differenza delle applcazioni del colosso Meta. Andiamo quindi a vedere l’ultima novità all’interno dell’app di Open Whisper System.

Criptovalute, Signal apre ai pagamenti: cosa succederà a breve

Criptovalute
L’app pronta ai pagamenti con le valute virtuali (WebSource)

Durante il mese di Aprile 2021, Signal aveva annunciato l’introduzione di una funzionalità per i pagamenti all’interno dell’app di messaggistica. Inoltre durante la presentazione, l’azienda fece intendere che tutto si svolgeva in maniera facile, ossia come inviare un messaggio. Quindi il colosso ha anche comunicato che avrebbe fatto uso di un protocollo incentrato sulla privacy.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Paypal, una pericolosa sta svuotando il conto dei clienti: fate attenzione

Gli sviluppatori ci hanno messo mesi per introdurre la nuova funzione, che adesso dovrebbe finire finalmente all’interno dell’applicazione. Infatti Signal ha integrato il portafoglio MobileCoin, che adesso è disponibile in tutto il mondo attraverso la versione Beta del servizio di messaggistica. Inoltre questo portafoglio ha anche una sua criptovaluta che prende il nome di MOB, supportata solamente da alcune piattaforme come FTX e BitFinex. A dare ulteriori novità riguardo il nuovo strumento ci ha pensato proprio Josh Goldbard, fondatore di MobileCoin.

LEGGI ANCHE >>> Digitale terreste, ad aprile cambia tutto: questi canali non si vedranno più

Infatti secondo Goldbard la funzione sta avendo un grandissimo successo, con migliaia di transazioni ogni giorno. Inoltre questo sistema sarebbe molto più privato di Bitcoin, perché è in grado di nascondere le transazioni, quindi rendendo più difficile il tracciamento. Il tutto è possibile grazie al programma Bulletproofs, che permette di convalidare un pagamento senza rivelare il suo valore. Quindi Signal è pronta a proteggere la privacy degli utenti i quali potranno mantenere riservato il proprio saldo e la cronologia delle transazioni.