Zendaya, la confessione che ha sconvolto i fan: “Mi ha fatto stare male”

La confessione dell’attrice 25enne Zendaya ha letteralmente sconvolto i fan. “Mi ha fatto stare male”, queste le sue parole

Euphoria, che ad oggi è arriva alla sua seconda stagione, è una serie tv creata da Sam Levinson. La serie è tornata ed è possibile vedere ogni settimana un nuovo episodio, in onda il lunedì su Sky oppure in streaming su NOW. La serie racconta le vicende di un gruppo di adolescenti che frequenta il liceo. La storia segue le loro vicende e la ricerca costante di se stessi e della propria identità tra amicizie, amori, traumi passati ma anche presenti, sesso e droga.

Euphoria 2
Tante novità sulla seconda stagione di Euphoria (via social)

Dopo più di due anni dalla messa in onda della prima parte della serie, Euphoria è tornata con la seconda stagione proprio in questo nuovo anno 2022. Il teen drama continuerà a seguire le vicende complicate del gruppo di adolescenti di East Highland, in California. Il primo episodio è andato in onda in versione originale e sottotitolata il 10 gennaio. Nella nuova stagione ovviamente abbiamo ritrovato Zendaya nei panni della protagonista Rue Bennet. Come abbiamo visto nel corso delle ultime puntate, Rue è ricaduta purtroppo nel tranello della tossicodipendenza. Nel corso della prima stagione la ragazza aveva cercato di superare e risolvere anche i suoi problemi mentali.

Euphoria 2, la confessione di Zendaya sulla serie

Euphoria 2
Zendaya nei panni di Rue Bennet in Euphoria 2 (via social)

Nel corso del primo episodio della nuova stagione di Euphoria, Rue ha davvero rischiato una seconda overdose, scongiurata grazie all’intervento di Elliot, interpretato da Dominic Fike. Proprio in merito al percorso di Rue, ha parlato la stessa Zendaya che ha svelato delle anticipazioni a RadioTimes. L’attrice, a soli 25 anni, proprio al ruolo di Rue, si è guadagnata il suo primo Emmy come migliore attrice protagonista.

LEGGI ANCHE >>> Emily in Paris, pazzesco annuncio di Netflix: decisione incredibile

Zendaya ha parlato di quello che sarà il futuro del suo personaggio nella seconda stagione confessando anche di aver avuto diverse difficoltà nell’interpretazione in alcune scene molto complesse da girare. In questa stagione tocca davvero il fondo. Succede più o meno a metà stagione e anche per tutti noi è stato doloroso. Interpretarla in un certo stato mi ha fatto stare male. Una cosa del genere fa male perché il tuo corpo non sa che non è reale, anche se la tua mente lo sa. E se tieni davvero a un personaggio, puoi interiorizzare tutto ciò che attraversa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Can Yaman, la sua carriera spicca il volo: clamoroso il nuovo accordo

L’attrice è arrivata a chiedere espressamente allo showrunner Sam Levinson di far riprendere Rue in un modo o nell’altro. Proprio in merito a un finale migliore l’attrice ha dichiarato: Ho avuto fiducia e ho pensato che alla fine le cose sarebbero andate bene, perché Rue è in sostanza una versione di ciò che è stato Sam in passato. Anche lui ha sopportato tutto questo dolore e l’ha trasformato in questa bellissima serie molti anni dopo”.