Sesso a pagamento nelle ore di lavoro: sospesa dipendente comunale

Ad Ercolano, in provincia di Napoli, una donna è stata sospesa in quanto nelle ore di lavoro realizzava video hot, su un sito di sesso a pagamento

sesso a pagamento
Sesso a pagamento nelle ore di lavoro (Fonte: Pixabay)

Il sindaco di Ercolano, in provincia di Napoli, Ciro Buonajuto, ha commentato la vicenda di una dipendente comunale che, nell’orario di lavoro, si cimentava in spogliarelli con la webcam del computer d’ufficio. ”All’indignazione facciamo seguire i fatti. Abbiamo già sospeso la dipendente ed avviato il procedimento disciplinare finalizzato al licenziamento“.

L’uomo ha anche annunciato che la città di Ercolano si costituirà parte civile nel processo penale. Il comportamento di un singola persona infatti non può infangare una intera comunità. “Ercolano è altro, è la bellezza delle ville vanvitelliane, è il fascino senza tempo del parco archeologico e la straordinaria immensità del Vesuvio“. Queste le parole del sindaco.

LEGGI ANCHE —> Iliad scatena l’ira dei vecchi clienti: stop al servizio

Sesso a pagamento, le dinamiche documentate da Striscia la Notizia

sesso pagamento
Il noto telegiornale satirico di Canale 5 (foto Facebook)

Un servizio di Striscia la Notizia, andato in onda il 19 ottobre 2021, ha documentato un fatto estremamente grave. Una dipendente comunale infatti nelle ore di lavoro si mostrava su un sito di sesso a pagamento con la webcam del computer dell’ufficio. Frasi hot, rapporti sessuali simulati e delle volte anche i colleghi partecipavano nelle scene hard. La donna veniva pagata in moneta digitale, poi trasformata in soldi veri. Dopo il servizio di Striscia la Notizia tale accaduto ha ottenuto risonanza nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Amici 21, un coach lascia tutti di stucco: “Ho avuto una paura tremenda”

La webcam rimaneva sempre accesa, a tal punto che nel servizio trasmesso da Striscia ci sono anche dei momenti in cui la donna riceve telefonate dagli utenti e addirittura la visita di una inconsapevole cittadina di Ercolano. In alcune immagini vengono riprese anche gli altri dipendenti comunali che posano le loro mani sotto i vestiti della dipendente comunale a luci rosse. Inoltre, la dipendente quando suonava il campanello del municipio, rispondeva “Signora, il pomeriggio siamo chiusi al pubblico. Sono impegnata!”.