Pomigliano, operaio travolto da braccio meccanico: morto sul colpo

A Pomigliano, un operaio, dipendente della ditta Sater, è morto sul colpo dopo essere stato travolto dal braccio meccanico: i dettagli 

pomigliano
Ambulanza (da Pixabay)

A Pomigliano, l’operaio, Francesco Martino, trentaquattrenne, proveniente da Mugnano di Napoli, è morto a causa di un incidente sul lavoro. L’uomo lavorava nella ditta Sater, con sede in via San Giusto, che si occupa della manutenzione di mezzi pesanti. L’episodio è avvenuto ieri mattina, ma soltanto oggi è giunta la notizia.

In base alla ricostruzione fatta dai Carabinieri della stazione di Castello di Cisterna, l’uomo stava lavorando alla riparazione di un mezzo per il trasporto dei container. Ad un certo punto il braccio meccanico si sarebbe staccato e l’ha travolto in pieno. Il personale medico ha subito soccorso il trentaquattrenne, ma purtroppo nulla si è potuto fare, Martino parrebbe infatti morto sul colpo. Il pm ha disposto l’autopsia sul corpo dell’operaio e sul fatto è stata aperta un’inchiesta.

LEGGI ANCHE —> Integratore ritirato dal mercato: contiene ossido di Etilene

Incidente sul lavoro a Pomigliano, le parole del segretario generale della Cgil

pomigliano
Grave incidente sul lavoro a Pomigliano (Getty Images)

Dopo il tragico incidente sul lavoro avvenuto a Pomigliano D’Arco, il segretario generale della Fillea-Cgil di Napoli, Giovanni Passato ha commentato l’accaduto. “Gli omicidi nei luoghi di lavoro, perché di questo si tratta, non trovano adeguate risposte da parte degli organi preposti al controllo”, queste sono state le parole dell’uomo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> L’oroscopo della settimana: le pagelle dei segni dal 6 al 12 settembre

“Basta chiacchiere: bisogna introdurre per queste fattispecie il reato di omicidio colposo. 
Bisogna punire in modo esemplare chi nell’organizzazione del lavoro è imprudente e poco attento alla vita e alla salute dei lavoratori“, ha concluso il segretario.